Il matrimonio civile di Sonia e Roberto

abiti e accessori per matrimonio civileCiao a tutti! Sono Sonia e vi scrivo per aggiornarvi su qualcosa che riguarda tutti gli sposi da vicino.
Parleremo di MATRIMONIO CIVILE.
A seconda della coppia questo aspetto ha un valore più o meno fondamentale, per me infatti ha meno valore di quello religioso. Perché? Semplice, perché io ho una fede e il vero matrimonio, per me, è pronunciare con le proprie parole e il proprio cuore il fatidico sì, davanti a Dio!
Per motivi burocratici, io e Roberto ci siamo dovuti sposare in comune e pertanto ho provato sulla mia pelle che ci sono delle regole ben precise da rispettare.
Il nostro è stato un rito semplice e intimo però non siamo venuti a meno a quelle caratteristiche ben precise.

Qualunque siano le motivazioni che vi spingono a prendere questa decisione, va comunque detto che è un atto di grandissima importanza: è pari a qualsiasi atto giurato in tribunale, infatti sono coinvolti anche i testimoni per la firma.
Innanzitutto bisogna presentare domanda in comune almeno 20 giorni prima e una volta pronte le pubblicazioni di matrimonio esse resteranno affisse per 8 giorni, nei quali chiunque potrà presentare la propria contrarietà al matrimonio.


Spiego quindi le piccole regole alle quali bisogna attenersi:

-ABITI: scegliere un look deciso.Abito lungo o corto (ma da giorno!!! Niente strass, paillettes, ricami oro argento) per lei, con scarpe particolari e con un bel tacco (se si riesce a portarle con disinvoltura!).
Per lui è perfetto un completo con una bella camicia, rigorosamente bianca!

-TRUCCO: curato e sobrio, NO A: matita attorno alle labbra o rossetti vistosi; alla matita dentro il contorno occhi; Fard delicato , onde evitare di sembrare una matriosca malriuscita!

-ACCONCIATURA: No a pettinature elaborate e troppo diverse dal solito.

- FIORI: Perfetto il bouquet piccolo e tondo, magari non monocolore.

LA CERIMONIA
In sé e per sé la cerimonia dura pochi minuti (se va proprio male 10!!) in quanto consiste nella lettura degli articoli del codice civile dedicati alla vita di coppia e precisamente:

Art.143 Diritti e doveri reciproci dei coniugi. 
1- Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri.
2- Dal matrimonio deriva l'obbligo reciproco alla fedeltà, allassistenza morale e materiale, alla collaborazione nell'interesse della famiglia e alla coabitazione.
3- Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia.

Art.143 bis Cognome della moglie. 
La moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze.

Art.144 Indirizzo della vita familiare e residenza della famiglia. 
1- I coniugi concordano tra loro lindirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa.
2- A ciascuno dei coniugi spetta il potere di attuare l'indirizzo concordato.

Art.147 Doveri verso i figli. 
Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l'obbligo di mantenere, istruire ed educare la prole tenendo conto delle capacità, dellinclinazione naturale e delle aspirazioni dei figli.
divieto utilizzo cellulari
Successivamente viene letto il verbale dello stesso atto di matrimonio e si firmerà lo stesso.

AH.... e non dimenticatevi dei testimoni!!! 1 o 2 per parte! =)

Ultimo IMPRESCINDIBILE DETTAGLIO: CELLULARI SPENTI!!

Ecco due foto del nostro matrimonio civile!

matrimonio civile sonia e roberto
bouquet matrimonio civile sonia e roberto
ps: il 25 maggio c'erano 5 gradi!!!!! =(

2 commenti: