Ecò, abiti da sposa eco-chic!

Simona Girelli, nota anche come Pan...sticci, è una creativa a cui piace cimentarsi nei più svariati hobby, dopo il successo della sua linea di dolci in feltro e pannolenci con cui ha vinto il Concorso protagoniste della creatività 2010, l'anno scorso ha trionfato nuovamente grazie ad Ecò. 
Si tratta di un progetto di grande attualità perchè sensibile alla realtà del momento, ossia alla crisi economica che imperversa nella nostra società, attraverso l’arte e la creatività vuole comunicare quanto sia importante ampliare la mente e trovare soluzioni alternative allo scarseggiare delle risorse, - Nulla di diverso - dice Simona - dallo spirito primordiale di sopravvivenza che l’uomo ha, da sempre, utilizzato nelle situazioni di necessità e difficoltà. Sfruttando il suo ingegno, la sua creatività e manualità, ha ottenuto grandi risultati con materiali poverissimi, ottimizzando le risorse che la natura gli offriva per creare manufatti. 


In origine lo faceva solo per nutrire il corpo ma, con il tempo, anche per soddisfare lo spirito: da qui l’inizio della nostra evoluzione artistica. Questo progetto vuole preservare il diritto di nutrire lo spirito oltre il corpo...il diritto di creare nonostante le difficoltà…il diritto di scegliere la creatività come mezzo di comunicazione.- 





Il progetto Ecò si propone di abituare l'utilizzatore finale a guardare con occhi diversi gli oggetti che comunemente lo circondano, così come ha fatto Simona che, dopo sperimentazione e ricerca, è arrivata a donar loro un "uso alternativo".

Per le sue creazioni Simona utilizza materiali facili da reperire e di basso costo quali la pellicola per alimenti, la carta non carta, i sacchetti "gelo" per la conservazione in freezer dei cibi...l'impatto scenografico che ne deriva è davvero sorprendente. “Ecò” inteso, sia come rispetto per l’ambiente, visto l’utilizzo di materiali di riciclaggio, sia come sostenibilità economica, visto il costo contenuto dei materiali.
La pellicola per alimenti ha una grande versatilità e la sua inusuale lavorazione ha un effetto straordinario ed inaspettato. 

Per la realizzazione Simona si è basata sui principi di “stratificazione” ed “intreccio”. L’idea della “stratificazione” del film plastico le ha permesso di ottenere un materiale simile ad un “tessuto” che si presta ad innumerevoli utilizzi, in quanto facilmente lavorabile ed assemblabile mediante incollaggio e cucito. La sua rigidità conferisce alle creazioni l’effetto “inamidato” tipico degli abiti d’alta moda dalla silhouette rigida e fluttuante, inoltre, il livello di stratificazione ne determina il suo spessore e permette un gioco di trasparenze “effetto pizzo” di notevole effetto decorativo. Le decorazioni sono state realizzate con intrecci di pellicola (o di “carta non carta”), creando un piacevole risultato finale “effetto Crochet e Macramè”, pur mantenendo un carattere proprio, grazie alla sua consistenza e tonalità uniche “effetto seta”.
"Ecò" è un progetto in continua evoluzione e forse presto diventerà un vero e proprio marchio, cosa che naturalmente auguriamo di tutto cuore visto il largo consenso che ha raccolto nella scorsa edizione di Abilmente Primavera. 

Se anche voi volete saperne di più potete trovarla su: 
                                             www.simonagirelli.com - contacts@simonagirelli.com

Nessun commento:

Posta un commento