Stretto di Messina, un luogo magico!

E' il 28 aprile e ci attende una giornata abbastanza rilassante. Siamo ancora a Rende e la colazione è già a nostra disposizione nella camera del B&B Giangurgolo. Oggi arriveremo al limite estremo della penisola: lo Stretto di Messina! L'imbarco per andare in Sicilia è previsto solo domani, perchè anche a Reggio Calabria ci sono creative che han deciso di partecipare al progetto del Giro d'Italia in 60 bomboniere! In particolare, per oggi è previsto il nostro incontro con Elisabetta Rizzica, detta Elisa.
La strada è più tranquilla che il giorno precedente, soprattutto perchè abbiamo un solo appuntamento, nel pomeriggio. La nostra destinazione non è proprio la città di Reggio Calabria, bensì Cannitello, una frazione di Villa San Giovanni affacciata sullo stretto. Lungo l'autostrada già si vedono il mare e la costa, con promontori bellissimi! Poi ad un certo punto ecco comparire una grande terra dall'altra parte del mare... "E' la Sicilia?" Ci chiediamo, Maurizio pensa di sì, mentre Chiara è un po' più diffidente, perchè sembra davvero vicina!
Passiamo dagli imbarchi di Villa San Giovanni e allora abbiamo proprio la certezza, quella è la Sicilia eccome! Non ce la immaginavamo così tanto vicina! Pochi minuti dopo siamo arrivati al B&B Sulla Baia di Cannitello, dove il proprietario, Luigi Corio, ci accoglie mettendoci da subito a nostro agio.
Una cosa che non è possibile non notare immediatamente è che il B&B è una casa a lato del mare, con vista direttamente sulla spiagga dello Stretto, uno spettacolo fantastico, un posto meraviglioso!!
Sì sa che quando gente dell'entroterra come noi vede il mare è amore a prima vista, ma credeteci, a Cannitello la cosa vale dieci volte tanto, perchè ci si può quasi specchiare guardando l'isola dall'altra parte, una sensazione che non avevamo mai provato prima!
Il mare a Cannitello è bellissimo!
Luigi ci indica anche un posto dove andare a mangiare, poichè dopo una breve passeggiata sulla spiaggia, è già arrivata l'ora di pranzo. Andiamo in questo posto dove siamo stati indirizzati, a Villa San Giovanni, ma non è proprio un ristorante, in realtà si tratta di una macelleria che, la sera stessa, deve inaugurare la propria nuova attività di gastronomia. Così ci fanno accomodare e ci servono tanti piccoli assaggi dei cibi che stanno preparando in quantità per il grande buffet serale. E' tutto squisito, così facciamo loro i complimenti e veniamo invitati a presentarci anche a cena per per partecipare all'inaugurazione. Come non accettare? ^_^
Ecco Chiara con Elisabetta Rizzica

Torniamo al B&B Sulla Baia di Cannitello e ci godiamo un pomeriggio di tranquillità, Chiara prova anche a mettere i piedi in acqua perchè vorrebbe fare il bagno, ma la temperatura gelida la fa desistere immediatamente.  Aspettiamo per un po' Elisabetta Rizzica, che ci raggiunge in compagnia della madre. Sono un po' di fretta perché hanno alcuni impegni, ma riusciamo comunque a conoscerla e ad intervistarla proprio lì accanto alla spiaggia. La sua bomboniera è una cornice in legno decorata con ceramica fredda, o pasta di mais.
Il Sole tramonta dietro alla Sicilia!

Il lungomare di Cannitello



Elisabetta Rizzica non è però l'unica delle nostre creative a Reggio Calabria, ci sono infatti anche Angela Suraci e Romana Cordova. Entrambe, per motivi diversi, non posono incontrarci, pensate che Romana, proprio quel giorno, era a Milano, mentre noi eravamo lì vicino a casa sua, coincidenza strana!
Vi indirizziamo quindi sulle loro pagine per conoscerle meglio: Angela Suraci, che ha fatto per noi un piatto decorato con rose, gestisce la pagina Arte e Fantasia, mentre la pagina Romana Cordova, la cui bomboniera è un è una farfalla con una rosa rossa in fimo, si chiama RomanArtBijoux.
La giornata finisce per noi con una passeggiata sul lungomare di Cannitello proprio durante il tramonto. Dopodiché torniamo alla trattoria dove siamo stati a pranzo e troviamo davvero tantissima gente che si sta godendo l'inaugurazione.
Visto che ci siamo messi la nostra maglietta promozionale diciamo che attiriamo un po' l'attenzione...
Una grandiosa colazione...
...sotto all'ombrellone!
Passeggiamo ancora per un po' sul lungomare che sembra incantato, con tutte le luci di Messina dall'altra parte del mare. La vera sorpresa però, arriva la mattina dopo, quando Luigi Corio, che ci aveva detto che probabilmente non ci sarebbe stato per salutarci, ci accoglie invece in spiaggia, dove ha preparato per noi l'ombrellone con la colazione! Fare colazione in spiaggia è già di per sè un'esperienza unica! Ma a rendere il tutto ancora più speciale sono due cose: i buonissimi prodotti fatti in casa che Luigi ci fa assaggiare (tiramisù, pizza, melone dell'orto) e le leggende sullo stretto che ci racconta. Ascoltiamo le storie di Scilla e Cariddi, di Colapesce e dell'effetto Fata Morgana rapiti come due bambini. Se volete conoscere anche voi queste leggende sono tutte scritte sul sito del B&B, ma credeteci, sentirle raccontare da Luigi è tutta un'altra cosa! Proseguire abbandonando lo Stretto ci sembra davvero difficile, non ci sono tanti posti con la stessa energia, ma abbiamo un traghetto da prendere che ci porterà alla nostra prossima tappa: Messina!

Nessun commento:

Posta un commento