Planning, ma con amore!


Organizzare il proprio matrimonio è spesso considerato uno stress, un impegno gravoso, che nel corso delle generazioni è stato smistato fra mamme, testimoni, suocere, sorelle, ecc. per far in modo che tutto il peso non ricadesse solo sulla sposa. Oggi invece, come sappiamo, è la figura del wedding planner ad occuparsi di tutto questo! Ci sono tante giovani appassionate del mondo dei matrimoni e che vedono in questa professione il proprio futuro. Ad esempio Marzia, di Milano, che da un anno e mezzo circa gestisce Lovely Planning, un wedding blog che sostiene che è possibile organizzare un matrimonio in maniera più emozionante e divertente, basta farlo con amore e trovare idee originali!

Lovely Planning rispecchia nei contenuti l'ideale di Marzia e mette a disposizione dei lettori non solo belle immagini d'ispirazione (guardate questa presa dall'articolo sui viaggi in Australia), ma anche informazioni sulle novità del mondo dei matrimoni: photo booth, wedding bags, chirurgia estetica per spose (no, lei non approva e nemmeno noi, ma è sempre giusto informare!) , iniziative solidali e alternative ecologiche per le vostre nozze! 
Vi invitiamo quindi ad andare a leggere i suoi articoli e a visitare la sua pagina facebook

Anche la storia del nostro giro d'Italia in 60 bomboniere è stata raccontata sulle pagine di Lovely Planning e noi ne siamo molto felici, ringraziamo Marzia per l'aiuto e le facciamo tanti auguri per la sua carriera di wedding planner!

La Torre del Sole


La Torre del Sole è un contributo di una nostra amica, Irene Mascia che è appassionata di tante cose, ma soprattutto di astronomia, oggi ci farà conoscere una storia molto positiva, di riutilizzo, di partecipazione e di quella grande meraviglia che tutti proviamo quando guardiamo il cielo sopra di noi! Lasciamo ora la parola a Irene!

C’era una volta, a Milano, una bambina che da grande sognava di fare l’astronauta/astronoma ( non sapeva ancora bene la differenza tra le due cose, ma sempre di stelle e universo si trattava…)
E c’era una volta a Brembate di Sopra, in provincia di Bergamo, un vecchio e malandato bacino idrico comunale, ormai in disuso e senza nessun senso.
“E cosa c'entrano l’una con l’altra?” vi chiederete.
Da bacino idrico abbandonato...
C'entrano eccome! Perchè oggi quel vecchio bacino idrico e’ diventato “La Torre del Sole”, un innovativo e ben attrezzato Osservatorio Astronomico con la “A” maiuscola ed è diventato uno dei posti preferiti di quella bambina, ora cresciuta, che è rimasta ancora oggi un'appassionata delle stelle e dell'universo!
Il Parco Astronomico offre una vasta gamma di attività didattiche, serate osservative al telescopio, corsi e percorsi di approfondimento,visite guidate diurne e serali, spettacoli e proiezioni, attrezzature specializzate per conoscere, approfondire, consolidare quella passione, quella devozione verso il cielo, le sue stelle e tutto ciò che ci fa tenere il naso all’insù!
La Torre del Sole nasce dall’ idea di un gruppo di astrofili del Circolo Astrofili Bergamaschi.
Nell’anno 2000 Davide, Natale e altri soci del Circolo pensarono che era bello poter andare nelle scuole a tenere lezioni e conferenze sulla scienza più antica, ma portare gli strumenti nelle aule di una scuola rendeva il tutto limitato a spiegazioni e dimostrazioni di limitato spessore. Ci voleva qualcosa che potesse dare il giusto valore all’astronomia. Ma cosa?
Ed ecco che il vecchio bacino idrico diventa, agli occhi di questi geniali astrofili, la prima pietra per la realizzazione di un osservatorio astronomico a tutti gli effetti!
...a Parco Astronomico!
Si recarono quindi dal Sindaco di Brembate per presentare il progetto, chiesero pareri e preventivi, consultarono la giunta comunale e vari esperti di mercato per eseguire le indagini allo scopo di comprendere se, effettivamente, agli abitanti della zona poteva davvero interessare un’opera di questo genere e portata.
Il Comune decise di poterlo fare e si accollò la spesa di ristrutturare il bacino (che comunque doveva essere abbattuto), ma non avrebbe potuto anche sostenere le spese di gestione del Parco. La domanda da porsi quindi era: si sarebbe retto da solo con le sue gambe?
Ci sarebbe stato qualcuno, spinto dalla passione o anche solo dalla curiosità, pronto a “sbirciare” da lassù?
Era una sfida.
Bisognava solo vincerla.
Davide era ed è rimasto l’anima del progetto. Disegnò e costruì da solo il tubo che sarebbe poi diventato il telescopio. Le lenti furono lavorate da un famoso ottico veneziano al puro prezzo del costo del materiale. La meccanica era stata affidata ad una ditta di precisione di Albano S. Alessandro (Bg) che non volle in nessun modo ricevere compensi per il lavoro svolto (e che lavoro!) tranne che il pagamento del materiale: tutti volevano partecipare e aiutare nella realizzazione di questo progetto.
E fu così che tra il 2006 e il 2007 si eseguirono i lavori di ristrutturazione, a novembre ci fu la posa della Cupola dell’Osservatorio e finalmente, il 29 marzo 2008 venne inaugurata La Torre del Sole!
Oggi, famiglie, scuole, biblioteche, oratori e grande pubblico possono scoprire, ammirare, studiare e stupirsi osservando il cielo in tutta la sua grandiosità.
All’interno del Parco troviamo la Sala Planetario, uno straordinario simulatore in grado di riprodurre al massimo della precisione la volta celeste. Un autentico viaggio virtuale nell’Universo!
L’Osservatorio Astronomico, che ospita il potente telescopio a rifrazione collocato sulla sommità della Torre, alta 34 metri, all’interno della cupola. E’ capace di raccogliere quasi 2000 volte più luce rispetto alla pupilla umana, grazie ai suoi 300 millimetri di apertura e cinque metri di lunghezza focale.
Il Laboratorio Eliofisico, che grazie a tre speciali specchi mobili, cattura la radiazione del Sole e la canalizza in direzione della base della Torre, all’interno del laboratorio allestito con numerose attrezzature che permettono di svelare tutti i segreti della nostra stella.
Nel laboratorio solare si può inoltre osservare il sole anche attraverso un telescopio speciale, con un filtro H-alfa, che permette di osservare fenomeni come le protuberanze solari.
La Sala Conferenze, che può ospitare 120 persone per corsi, convegni, conferenze ed esposizioni è dotata dei più moderni impianti per la comunicazione, ed è l’ideale per approfondire tutto quello che c’è da sapere sul nostro cielo e le sue meraviglie.
E infine il Parco dei Pianeti, un’ampia zona verde realizzata intorno alla struttura riservata alle scuole, allo svago e all’organizzazione di eventi all’aperto per l’osservazione del cielo utilizzando le apparecchiature che l’Osservatorio mette a disposizione durante i corsi.
E per chi vuole imparare a immortalare in fotografia le meraviglie del cosmo, nell’Astro Shop all’interno della struttura sono in vendita apparecchi e attrezzature per principianti ed esperti.
Non c’e’ più limite alla curiosità, alla voglia di meravigliarsi di fronte al cielo e alle sue spettacolarità!
Con La Torre del Sole, l’universo è alla portata di tutti, grandi e piccini, per riscoprire le emozioni che la solo questa scienza sa donarci (con relativo torcicollo!^_^).
L’astronomia è praticamente nata con l’uomo. Fin dall’inizio del suo cammino sulla Terra, l’uomo ha imparato a studiare il cielo notturno ed i suoi “puntini luminosi”, facendo esperienza dei movimenti del cielo per orientarsi, catalogare, mettere ordine e inventando forme e nomi per le stelle. Le stesse che conosciamo oggi.
E da allora, l’umanità non ha mai smesso di provare meraviglia e stupore alzando gli occhi al cielo…
“ ..E uscimmo a riveder le stelle.” (Divina Commedia – D. Alighieri)

La scuola è finita, si festeggia!

La scuola è finita! Tutti noi abbiamo aspettato, desiderato, il momento in cui poterlo gridare finalmente durante i nostri anni da studenti... e puntualmente, dopo la fine di ogni anno scolastico, prima di essere separati dalle lunghe vacanze, c'era il rito della pizzata o comunque del ritrovo fra i compagni di classe. Per quest'anno, la Volta del Vescovo, di Piacenza, ha deciso di portare ad un altro livello l'occasione offrendo a tutte le classi l'opportunità di festeggiare all'interno di una location fantastica con un ampio giardino verde! Le proposte sono due, una indicata per una merenda durante la quale giocare e divertirsi all'interno dei parchi (Menù Campanella) ed una più indicata per un pranzo o una cena in compagnia (Menù Ricreazione). Nell'immagine sopra potete vedere i prezzi e le cose buone che vi aspettano! Le feste potranno essere organizzate nei giorni e negli orari che preferite!
Per avere altre informazioni potete chiamare allo 0523/380700 o scrivere a contatti@lavoltadelvescovo.it
Ogni festa sarà personalizzabile!
Che aspettate a festeggiare?! ^_^

Messina Taormina : benvenuti in Sicilia!


Il giorno che sorge ha in serbo per noi una traversata! Abbiamo lasciato solo da qualche minuto il B&B Sulla baia di Cannitello e dopo la meravigliosa colazione in spiaggia, abbiamo salutato la famiglia di Luigi Corio e ci siamo messi in marcia verso gli imbarchi di Villa San Giovanni.
E' la prima volta che saliamo in auto su una nave, una piacevole novità, ma la cosa più spettacolare è poter osservare i due panorami una volta saliti sul ponte superiore. Con la Calabria che si allontana e la Sicilia che si avvicina, una cosa da provare almeno una volta nella vita! Il tragitto in nave è abbastanza breve, così in poco tempo siamo giunti a Messina, dove ci aspettano due appuntamenti speciali: prima incontreremo Marianna, l'abile mano dietro ai confetti di Dolcezze di Zucchero, il nostro primissimo sponsor, poi Luisa Grasso, in arte Vita Creattiva Da Lueasy, la nostra creativa messinese!



Ecco Chiara con Marianna di Dolcezze di Zucchero!
Ci avviamo verso la parte interna della città e troviamo lo studio di Marianna, già, perché lei è sì un'abilissima artista della pasta di zucchero, ma è anche avvocato matrimonialista! Di sopra Marianna ci fa accomodare e le raccontiamo un po' del nostro viaggio e di come sta andando la ricerca degli sponsor. Poi ci mostra i confetti che ha fatto per noi ed i nostri invitati, decorati in arancione-bianco-blu. Sono bellissimi! La ringraziamo tantissimo, sia per i deliziosi confetti, che potete trovare sul sito di Dolcezze di Zucchero, sia perché proprio tramite lei abbiamo trovato la sistemazione che ci accoglierà per le prossime due notti: il Residence Villa Glicine di Taormina.

Ha un che di familiare...
Salutiamo Marianna e ci spostiamo verso casa di Luisa, poco distante. La nostra creativa scende con in mano la bomboniera già imballata (che resterà per noi una sorpresa fino al nostro ritorno, eccola qui!) e si offre di portarci a fare un giro per il centro di Messina prima di mangiare qualcosa assieme. Non possiamo certo perdere l'occasione e quindi la seguiamo in una passeggiata alla scoperta dei principali monumenti della città. Luisa ci spiega tantissime cose riguardo alla storia recente e passata di Messina. 


A mezzogiorno le statue
del campanile prendono vita!
Visitiamo in sua compagnia la piazza principale della città e il Duomo, al fianco del quale s'innalza un particolarissimo campanile con tante statue meccaniche che si muovono all'unisono ogni giorno alle 12! 
GNAM!
Nella stessa piazza vediamo anche la fontana di Orione, davvero bellissima e, poco prima, siamo passati in un luogo abbastanza familiare, la Galleria Vittorio Emanuele III, che ricorda molto da vicino la galleria quasi omonima di Milano. Qui a Messina invece, a Vittorio Emanuele II, è stato dedicato un teatro, che vediamo però sulla strada del ritorno, assieme al maestoso Palazzo Zanca, sede del comune. Ma come? E cos'è successo nel mezzo? Bhé essendo ora di pranzo, abbiamo seguito il consiglio di  Luisa e siamo andati a gustare tutti insieme una delle specialità locali, gli arancini e i rustici dei Fratelli Famulari. Si tratta di un negozio molto famoso per i tantissimi diversi gusti di arancini e vi possiamo dire che in effetti, quelli che abbiamo provato noi sono davvero deliziosi!

Il panorama dalla piazza principale di Taormina
Purtroppo il tempo vola veloce e siamo costretti a salutare anche Luisa per dirigerci verso Taormina, dove il personale di Villa Glicine ci attende entro le 16. Ci rimettiamo in viaggio ed una volta arrivati a Taormina la conformazione della città ci coglie decisamente di sorpresa. Arroccata su un rilievo a pochi passi dal mare, questo paese è una vera meraviglia architettonica e storica, non stupisce quindi che sia meta internazionale di turisti... quello che ci ha sorpreso è stato il loro numero! Non pensavamo che a fine aprile potessero esserci così tante persone in vacanza in Sicilia, sopratutto c'erano tantissimi stranieri.


La mattina però è stata stancante e, una volta entrati a Villa Glicine, non possiamo fare a meno di provare la piscina, troppo invitante! Così passiamo un po' di tempo ammollo aspettando l'ultimo grande appuntamento della giornata: ci stanno per venire a trovare Graziella e Mario, due sposi con lo sponsor siciliani che hanno deciso di organizzare delle nozze medievali! 
E in mezzo a tanta gente ecco
due futuri sposi con lo sponsor!
Ovviamente insieme a loro c'è il loro piccolo bambino e loro si sono attrezzati a dovere per venire a trovarci dalla loro Montalbano. Con Graziella e Mario, come vi abbiamo accennato in un precedente post, trascorriamo un'eccitante serata parlando di tantissime cose diverse, di nozze sponsorizzate, di matrimoni in generale, di bambini, di fantasy e di medioevo. Sono due persone simpatiche, creative, con molta voglia di fare e tante buone idee, per cui passiamo una serata decisamente piacevole in loro compagnia, fra una passeggiata per le strade di Taormina ed una pizza per cena! Al termine del nostro giro siamo abbastanza stravolti, ma pronti a ciò che ci attende il giorno successivo: l'incontro con ben due creative, stavolta ad Acireale e a Catania!





Cosplay, un matrimonio in costume!


Negli ultimi anni tutti si sforzano sempre più di rendere originale ed unico il proprio matrimonio, le spose si arrovellano, i wedding planner impazziscono, mentre la sempre crescente comunità di appassionati e nerd, su questo tema, ha le idee chiare! La soluzione si chiama Cosplay wedding,  ovvero sposarsi indossando i panni dei vostri eroi preferiti, siano essi personaggi di un telefilm, di un videogioco, di un anime o di un libro...


Gli invitati son tutti supereroi!


Ammettetelo, chi di voi donzelle non ha mai sognato di trasformarsi nella sua principessa Disney preferita? E chi fra voi ragazzi non ripensa con nostalgia alla propria infanzia, quando giocava ad essere un supereroe? Bhè, se il giorno del matrimonio è vero che i sogni diventano realtà, allora perché non fare sul serio?
Sposi in costume sotto al loro Gundam!


I Cosplay matrimoniali sono iniziati come cerimonie fittizie realizzate durante le convention ed i raduni di appassionati, ma negli ultimi tempi hanno compiuto il grande passo e sono approdati alle cerimonie ufficiali! Volete qualche esempio? Abbiamo raccolto per voi alcune immagini che ben rappresentano quanta creatività e felicità possano regalare questi eventi! 



In Giappone, dove l'usanza del Cosplay è diffusissima, non si risparmiano di certo, come potete vedere in questo matrimonio in stile Gundam, con un vero robot gigante! Nel paese del Sol Levante le spose hanno anche l'opportunità di scegliersi i vestiti nuziali delle proprie eroine digitali o cartacee durante apposite sfilate!





Un modello di abito da sposa
ispirato a Card Captor Sakura
durante una sfilata ufficiale.
Due sposi come
Rapunzel e Eugene
nella scena della barca!
Non pensate però che il fenomeno sia prettamente orientale, anzi! Coppie americane e britanniche si scatenano quando si tratta di organizzare matrimoni a tema Guerre Stellari, con i supereroi oppure, ovviamente, con i personaggi Disney.

Quindi, professionisti del mondo dei matrimoni, quando cercate idee originali, siate disposti ad allontanarvi un po' da quelle che sono le proposte tradizionali ed avventuratevi nelle possibilità offerte dalle tante comunità di appassionati di ogni genere di fiction. Troverete senza dubbio chi le saprà apprezzare e se ne innamorerà a prima vista!


Sposi in stile Star Wars!

Un servizio fotografico per due sposi vestiti come nel film Alice in Wonderland di Tim Burton!

Domani si sogna con Oggioni a Varese!



Dormire beatamente in una casa con più spazio, più ordinata e scoprire la mattina che vi bastano pochi attimi per rifare il letto. Cosa dite? Stiamo sognando? In questi giorni nei quali le ore di sonno scarseggiano potrebbe anche essere, ma non è così! Domani infatti saremo in trasferta a Varese, come ospiti di Arredo Più, rivenditore del nostro sponsor Oggioni Letti Dinamici

Incontreremo per la prima volta Laura Oggioni di persona ed insieme a Lara, responsabile di Arredo Più, scopriremo come potrete far diventare realtà i vostri sogni di comodità e di praticità!


Scopriremo insieme quali sono le caratteristiche uniche dei letti contenitore Oggioni e ci faremo spiegare le promozioni in corso per chi vuole scegliere di dormire sonni tranquilli! 

Parlando con la salvia!



Eccoci al secondo appuntamento con la rubrica per le casalinghe eco-disperate a cura di Green Mind!
Oggi scopriremo che una pianta molto familiare a tutti noi si può rivelare una grande amica di tutte le donne e di tutti gli sposini! Diamo ora la parola a Giulia...
Se c'è un momento che scatena il panico nella coppia, soprattutto all'inizio del volo nuziale (poi in fondo ci si fa l'abitudine), è quello che inizia cinque giorni prima del mese lunare della dolce consorte: nome di battaglia, sindrome premestruale.

I maritini si metteranno le mani in faccia, facendosi scivolare l'intero palmo della mano sulle guance, poi passeranno ai capelli, infine apriranno le braccia e con un gesto appesantito dal terrore più vivido le faranno cadere lungo i fianchi!
Eh sì, sono momenti duri da superare. Momenti in cui la tolleranza viene ricordata come quella spiaggia bianca fitta di palme e coralli, far l'amore sulla battigia, quando ci tenevamo felici per mano... la, la,la.
Ma cari uomini, e soprattutto care sorelle donne, abbiamo il rimedio che fa per voi. Un rimedio antico, facilmente raggiungibile e soprattutto... COLTIVABILE! 

Per la sindrome premestruale, la nostra Madre Natura ci ha donato la salvia. Sì, proprio lei, quella profumatissima e rigogliosissima pianta che cresce imperterrita ovunque, una pianta dalle radici possenti, foglia spessa con tanti piccoli 'puntini' sulla superficie: i quali sembrano messi lì appositamente per assorbire quello che di utile c'è da assorbire e per donarcelo sotto forma di essenza.
Grazie ai flavonoidi, che svolgono l'importante funzione estrogenica, l'olio essenziale di salvia stimola gli ormoni ed è particolarmente indicato in caso di vampate di calore o amenorrea.
È anche perfetta contro i mal di testa e gli spasmi mestruali.
Ci sono vari rimedi per somministrarsela, ma io ne ho scoperto uno molto particolare che su di me funzione eccellentemente: una settimana prima delle mie mestruzioni, quando inizio a sentire disturbi, ne stacco una foglia (me la sono piantata sul balcone, poiché è ottima anche in cucina) e la mastico senza mangiarla. Arriva il meledettissimo giorno della sindrome, ma io non crollo.
Ricetta dell'infuso di salvia ad uso interno 
1 cucchiaio raso di foglie di salvia; 
1 tazza d’acqua 

Portate a quasi 100 gradi l’acqua (ma ricordate di non farla bollire completamente), spegnete il fuoco e versate la salvia nell'acqua. Coprite e lasciate in infusione per 5 minuti. Filtrate l’infuso e berlo in caso di tensione nervosa, cattiva digestione, crampi, disturbi mestruali e vampate causate dalla menopausa.

Bagno caldo con olio essenziale di salvia
Quando il mal di testa o gli spasmi muscolari arrivano, prendete il vostro olio essenziale di salvia e versatene 2-3 gocce nella vasca da bagno bollente. Immergetevi e non pensate più a niente!

Un'ultima cosa: navigando sul web sono anche venuta a conoscenza di questo curioso e alquanto magico aneddotto: che se con la vostra pianta di salvia ci parlate, la sindrome premestruale sarà solo un ricordo. 
E magari il ricordo di quella battigia furente d'amore torna ad essere vivido e reale! :-D 

Se vi è piaciuto questo articolo vi consigliamo di visitare anche la pagina facebook di Green Mind, con tante idee naturali che vi stupiranno!

Girovagando insieme a...



Oggi vi parliamo di un blog di viaggi che abbiamo scoperto il mese scorso e che ci è piaciuto molto per l'attenzione rivolta in particolare alle idee per fare dei tour memorabili senza spendere una fortuna. Stiamo parlando di Girovagate, Idee di viaggio low cost!
Questo interessante blog è gestito da Alessandro Bertini, di Firenze, il quale racconta i suoi viaggi in giro per l'Italia, l'Europa, il mondo...
Ci sono gallerie fotografiche per vedere insieme a lui i posti che ha visitato, consigli utili su cosa fare quando siete in viaggio, dove dormire, come andarci (non è mai un problema da poco!), che cosa assaggiare, che cosa andare a visitare, quali sono i luoghi migliori per ritrovare un contatto con la natura.
Qui siamo L'Avana, Cuba!




Alessandro però è un travel blogger a 360 gradi, con un occhio attento alle iniziative turistiche nel nostro paese e all'estero, alle offerte e alle opportunità low cost da non lasciarsi scappare! Girovagate esiste già dal 2007 e nel corso degli anni ha raccolto al suo interno una grandissima quantità di esperienze, ricordi e suggestioni che ogni appassionato di viaggi sogna di avere.

Una grandiosa veduta di Perugia




Alessandro scrive anche per la rivista online Travel Different, con cui collabora dall'anno scorso e partecipa spesso a dei blog tour, con i quali si unisce ad altri blogger alla scoperta di nuovi territori da far conoscere ai propri lettori e agli aspiranti turisti! Siamo inoltre felici di essere presenti anche noi su Girovagate con il giro d'Italia in 60 bomboniere: proprio QUI! Appena riusciremo scriveremo anche per Girovagate un resoconto delle nostre giornate in alcuni dei posti che abbiamo visitato durante la terza tappa, magari alcuni dei più belli e meno conosciuti...

E questo è il più bel mare della Croazia!





State preparando un viaggio diverso dalla solita vacanza? Vi piacerebbe mettervi uno zaino in spalla e magari spendere poco per visitare posti mai visti? Fate un salto su Girovagate, informatevi bene, e mentre fate il primo passo oltre la porta di casa, iniziate a sognare...

Stretto di Messina, un luogo magico!

E' il 28 aprile e ci attende una giornata abbastanza rilassante. Siamo ancora a Rende e la colazione è già a nostra disposizione nella camera del B&B Giangurgolo. Oggi arriveremo al limite estremo della penisola: lo Stretto di Messina! L'imbarco per andare in Sicilia è previsto solo domani, perchè anche a Reggio Calabria ci sono creative che han deciso di partecipare al progetto del Giro d'Italia in 60 bomboniere! In particolare, per oggi è previsto il nostro incontro con Elisabetta Rizzica, detta Elisa.
La strada è più tranquilla che il giorno precedente, soprattutto perchè abbiamo un solo appuntamento, nel pomeriggio. La nostra destinazione non è proprio la città di Reggio Calabria, bensì Cannitello, una frazione di Villa San Giovanni affacciata sullo stretto. Lungo l'autostrada già si vedono il mare e la costa, con promontori bellissimi! Poi ad un certo punto ecco comparire una grande terra dall'altra parte del mare... "E' la Sicilia?" Ci chiediamo, Maurizio pensa di sì, mentre Chiara è un po' più diffidente, perchè sembra davvero vicina!
Passiamo dagli imbarchi di Villa San Giovanni e allora abbiamo proprio la certezza, quella è la Sicilia eccome! Non ce la immaginavamo così tanto vicina! Pochi minuti dopo siamo arrivati al B&B Sulla Baia di Cannitello, dove il proprietario, Luigi Corio, ci accoglie mettendoci da subito a nostro agio.
Una cosa che non è possibile non notare immediatamente è che il B&B è una casa a lato del mare, con vista direttamente sulla spiagga dello Stretto, uno spettacolo fantastico, un posto meraviglioso!!
Sì sa che quando gente dell'entroterra come noi vede il mare è amore a prima vista, ma credeteci, a Cannitello la cosa vale dieci volte tanto, perchè ci si può quasi specchiare guardando l'isola dall'altra parte, una sensazione che non avevamo mai provato prima!
Il mare a Cannitello è bellissimo!
Luigi ci indica anche un posto dove andare a mangiare, poichè dopo una breve passeggiata sulla spiaggia, è già arrivata l'ora di pranzo. Andiamo in questo posto dove siamo stati indirizzati, a Villa San Giovanni, ma non è proprio un ristorante, in realtà si tratta di una macelleria che, la sera stessa, deve inaugurare la propria nuova attività di gastronomia. Così ci fanno accomodare e ci servono tanti piccoli assaggi dei cibi che stanno preparando in quantità per il grande buffet serale. E' tutto squisito, così facciamo loro i complimenti e veniamo invitati a presentarci anche a cena per per partecipare all'inaugurazione. Come non accettare? ^_^
Ecco Chiara con Elisabetta Rizzica

Torniamo al B&B Sulla Baia di Cannitello e ci godiamo un pomeriggio di tranquillità, Chiara prova anche a mettere i piedi in acqua perchè vorrebbe fare il bagno, ma la temperatura gelida la fa desistere immediatamente.  Aspettiamo per un po' Elisabetta Rizzica, che ci raggiunge in compagnia della madre. Sono un po' di fretta perché hanno alcuni impegni, ma riusciamo comunque a conoscerla e ad intervistarla proprio lì accanto alla spiaggia. La sua bomboniera è una cornice in legno decorata con ceramica fredda, o pasta di mais.
Il Sole tramonta dietro alla Sicilia!

Il lungomare di Cannitello



Elisabetta Rizzica non è però l'unica delle nostre creative a Reggio Calabria, ci sono infatti anche Angela Suraci e Romana Cordova. Entrambe, per motivi diversi, non posono incontrarci, pensate che Romana, proprio quel giorno, era a Milano, mentre noi eravamo lì vicino a casa sua, coincidenza strana!
Vi indirizziamo quindi sulle loro pagine per conoscerle meglio: Angela Suraci, che ha fatto per noi un piatto decorato con rose, gestisce la pagina Arte e Fantasia, mentre la pagina Romana Cordova, la cui bomboniera è un è una farfalla con una rosa rossa in fimo, si chiama RomanArtBijoux.
La giornata finisce per noi con una passeggiata sul lungomare di Cannitello proprio durante il tramonto. Dopodiché torniamo alla trattoria dove siamo stati a pranzo e troviamo davvero tantissima gente che si sta godendo l'inaugurazione.
Visto che ci siamo messi la nostra maglietta promozionale diciamo che attiriamo un po' l'attenzione...
Una grandiosa colazione...
...sotto all'ombrellone!
Passeggiamo ancora per un po' sul lungomare che sembra incantato, con tutte le luci di Messina dall'altra parte del mare. La vera sorpresa però, arriva la mattina dopo, quando Luigi Corio, che ci aveva detto che probabilmente non ci sarebbe stato per salutarci, ci accoglie invece in spiaggia, dove ha preparato per noi l'ombrellone con la colazione! Fare colazione in spiaggia è già di per sè un'esperienza unica! Ma a rendere il tutto ancora più speciale sono due cose: i buonissimi prodotti fatti in casa che Luigi ci fa assaggiare (tiramisù, pizza, melone dell'orto) e le leggende sullo stretto che ci racconta. Ascoltiamo le storie di Scilla e Cariddi, di Colapesce e dell'effetto Fata Morgana rapiti come due bambini. Se volete conoscere anche voi queste leggende sono tutte scritte sul sito del B&B, ma credeteci, sentirle raccontare da Luigi è tutta un'altra cosa! Proseguire abbandonando lo Stretto ci sembra davvero difficile, non ci sono tanti posti con la stessa energia, ma abbiamo un traghetto da prendere che ci porterà alla nostra prossima tappa: Messina!

Disney: insegnamenti di vita

Come molti di voi sapranno il tema del nostro matrimonio sarà i lungometraggi Disney, grande passione che accomuna entrambi. Li amiamo fin da piccoli e non perdiamo di vedere quelli appena usciti perchè se ne possono tirare fuori moltissimi insegnamenti di vita, ad esempio..