La dichiarazione...cosa dire?

La dichiarazione d'amore è un momento cruciale, solitamente le donne lo sperano, lo sognano, lo agognano e gli uomini...lo temono. In poche parole devi farle capire quanto la ami, quanto è speciale per te, tanto da voler passare il resto della vita con lei.

Cena romantica e luci soffuse in un localino molto intimo. Il cameriere vi ha appena servito il dolce e ha riempito i calici con un ottimo vino.
Dalla terrazza sul lago si vede una splendida luna piena, lei è più bella che mai e voi, pieni d’amore, siete pronti a chiedere alla vostra compagna di sposarvi.
La scelta delle parole giuste, a questo punto, è vitale.
Sì perchè nessuno vuole sentirsi dire di no in quel momento, ma ci vuole l'atmosfera giusta, il posto giusto, il momento giusto e soprattutto servono le parole giuste. Come chiederlo quindi?
Non esistono frasi buone per ogni occasione, ma solo spunti ideali per non trovarsi impreparati nel momento in cui vorrete dichiarare il vostro amore alla persona amata.

Potreste puntare sul classico ed esordire con“ Amare significa non dover mai dire mi dispiace”, come recitava Ali MacGraw negli anni '70 in Love Story, oppure potreste prendere in prestito da Cyrano il suo celeberrimo verso: “ il bacio è l’apostrofo rosa tra le parole t’amo”. Ma il nostro consiglio è di lasciarle perdere!!
Per quanto queste dichiarazioni possano essere belle e dense di miele e amore, non andrete molto lontano, sfortunatamente si tratta di frasi di cui si è abusato nel corso degli anni e su una donna oggi hanno un effetto negativo del tipo - non ci tengo abbastanza a te per spremermi un po' le meningi -

Potreste puntare sull’ironia. Sul matrimonio si scherza spesso, lo facevano anche nell’antichità. Socrate diceva: “Spòsati: se trovi una buona moglie sarai felice; se ne trovi una cattiva, diventerai filosofo”. Evidentemente ai suoi tempi c'erano un sacco di mogli non tanto buone...

Per il comico e attore statunitense Groucho Marx il matrimonio era la causa principale del divorzio, mentre Giulio Andreotti una volta disse: “ Più conosco certe gentili signore, più comprendo il fascino del celibato ecclesiastico”.
Renato Pozzetto, in un film cult degli anni 80, “ lui è peggio di me ”, scherzava così: “il matrimonio è un’esagerazione. E’ come uno che ha fame e va a comprarsi un ristorante”...e su questo tanti pro convivenza sarebbero d'accordo.
Le battute aiutano a ridere, forse però è meglio farlo dopo che la vostra lei vi ha detto di sì e non prima e, quindi, vi conviene puntare sui maestri della comunicazione per imparare ad usare le parole giuste nel momento giusto e farla cadere così tra le vostra braccia.

Il cinema è un vasto archivio per trovare spunti interessanti come questa


tratto dall'intramontabile "Harry ti presento Sally" anche se poi tutti si ricordano per lo più la leggendaria scena dove lei finge un orgasmo in un fast food. Comunque questa scena fa venire tutti gli occhi cuoriciosi a Maurizio perchè anch'io ci impiego un'eternità a scegliere cosa mangiare...e di solito finisco dicendogli - fai tu - (dopo mezz'ora di attenta analisi) e perchè ho sempre freddo e un momento dopo caldo e subito dopo freddo...

Abbiamo parlato di dichiarazioni d'amore anche QUI

Nessun commento:

Posta un commento