...e Firenze di giorno!


Anche di giorno il riflesso di Ponte Vecchio
non ha perso il suo fascino!
Questi fiori in Piazza Michelangelo sono enormi!


Santa Maria del Fiore si può
vedere anche da lontanissimo
grazie alla sua immensa cupola.
Anche il giorno successivo siamo a Firenze e vogliamo tornare in città per visitarla ancora, in una zona diversa. La decisione alla fine cade su una particolare piazza dell'Oltrarno da cui ci hanno detto che si vede il più bel panorama della città, si tratta di Piazza Michelangelo, dove ci attende un grande parcheggio assolutamente rovente pieno di auto e anche di pullman. Oltre ad una bellissima replica della statua del David ,possiamo ammirare delle bellissime aiuole fiorite, in una delle quali notiamo anche dei fiori il cui diametro è come quello di una faccia di una persona!



Vista della città da San Miniato, spettacolare!

Comunque sia ci hanno detto il vero, la vista è quanto di più spettacolare ci si possa attendere! Da qui si vede tutta la città, compreso il Ponte Vecchio, il Palazzo Vecchio e la Cattedrale di Santa Maria del Fiore con la sua gigantesca cupola! Però non vogliamo certo fermarci qui, perchè sappiamo che c'è un luogo ancora più in alto dal quale poter ammirare la città... e allora su, saliamo sul vicino Monte delle Croci per poter vedere da vicino due delle numerose chiese artistiche di Firenze.




La facciata di San Miniato al Monte

La prima è San Salvatore al monte, che però viene comunemente chiamata chiesa francescana ed era molto probabilmente intitolata ai santi Cosma e Damiano... mmmh, un po' di confusione sui nomi a quanto pare, ma la cosa particolare di questo monte è di essere stato il punto di partenza delle missioni di San Leonardo da Porto Maurizio, che ha diffuso l'usanza della Via Crucis in Italia e prima ancora la dimora di San Bernardino da Siena, che è ha invece portato alla gente la familiarità con il simbolo IHS. Proseguendo sempre verso l'alto però, incontriamo un'altra chiesa, San Miniato al Monte, con una bellissima facciata ed una straordinaria vista di Firenze che possiamo goderci dalle sue panchine all'ombra, anche perché adesso il sole comincia a farsi sentire davvero.







Questa strada coperta dagli alberi
collega l'est e l'ovest della parte sud di Firenze
Dopo essere andati in auto verso la parte ovest dell'Oltrarno attraversando una strada meravigliosamente immersa nel verde, vorremmo proseguire ancora un po', ma il caldo e la stanchezza dei giorni precedenti ci fanno procedere molto lentamente. Per questo decidiamo di andare a vedere altre parti centrali di Firenze, ma purtroppo siamo costretti a parcheggiare lontano. Quindi una volta arrivati a piedi a Palazzo Pitti, stiamo praticamente saltando da un'ombra all'altra per evitare di squagliarci, sperando di poterci fare una piccola doccia alla prossima agognata fontanella. Non c'è niente da fare... siamo riusciti a fare questo viaggio nei giorni più caldi dell'anno. Per questo riusciamo giusto a procedere fino a tornare vicino a Ponte Vecchio, prima di decidere di tornare indietro con le poche energie che ci rimanevano. C'è da dire che quasi quasi lo preferivamo di notte il ponte, poiché di giorno è sì pieno di bellissimi negozi con tutti i tipi di gioielli e di preziosi, ma è anche un carnaio nel quale è impossibile farsi strada.

Questa statua davanti a Palazzo Pitti
 era la gioia di tutti i turisti, bambini e non...
Così torniamo con molta calma indietro per andare a riposarci un po' per un pomeriggio intero, sapendo che la giornata successiva ci porterà a Tavarnelle in Val di Pesa, Pomarance ed infine a Volterra! Ma vorremmo farvi vedere un paio di cose strane trovate durante il nostro cammino di ritorno. La prima è un cartello decisamente insolito, cosa vorrà mai dire un omino nero che si porta via la barra bianca del senso vietato? Non lo sappiamo, però è di certo molto simpatico! Come simpatica è anche questa idea che non avevamo mai visto, una struttura antica che, per rendere più "esteticamente sostenibile" la propria ristrutturazione, ha fatto ospitare sulla parte più bassa dell'impalcatura che la ricopre un gran numero di cornici che in origine dovevano essere vuote e che sono state riempite con ogni genere di disegno da parte di chi ne ha avuto voglia, creando una piccola mostra all'aperto per far esprimere i Fiorentini, davvero un'ottima idea!
Cornici lasciate alle fantasia
dei passanti per abbellire i lavori
di ristrutturazione di un palazzo!
Qualcuno vuole fare surf con un segnale di senso vietato?




Nessun commento:

Posta un commento