Una giornata deludente

Oggi giornata no, alle 8 di mattina avevamo già 12 chiamate in coda per disservizi generalizzati su mezza italia e via via è andata sempre peggio. Ho avuto due brutte telefonate per cose che non riguardavano nemmeno il mio reparto, ma i chiamanti erano troppo impegnati a insultarmi per poter ascoltare quello che gli dicevo. Oggi era pure l'ultimo giorno di lavoro di una mia collega che passa a lavorare in un altro ufficio in un'altra sede, che tristezza. Alle 17 sono uscita dal lavoro e sono andata con Maurizio e Valentina a cascina Caremma che volevamo visionare per il ricevimento, posto bello, agricoltura biologica, allevamento biologico e crismi vari. Premetto che avevamo già parlato via mail della sponsorizzazione e ci avevano fissato l'appuntamento per oggi, dalle foto il posto era veramente bello e il prezzo rientrava nel budget per un soffio, le bevande erano escluse, ma avevamo pensato di trovare uno sponsor per quelle, quindi siamo andati lì tutti pieni di buoni propositi e praticamente sicuri di aver trovato il posto che faceva per noi...ma ci sbagliavamo. Intanto all'ingresso, a 50 metri dal ristorante c'è la stalla delle mucche e la porcilaia e dici vabbè, è una cosa rustica, arrivati ci fanno vedere una stanza ex granaio del 1600, essendo posizionata al primo piano vi si accede da una scaletta (cosa ottimale per anziani che non riescono a reggersi in piedi manco sul piano) capienza dichiarata per 50 persone...se si muovono poco secondo me. Poi passiamo all'ex fienile, anche qui posizionato al primo piano con relativa scala, qui mi piace di più il piano è ampio e ai lati è tutto aperto così che non ti dia quel senso di chiuso, anche se il tanto decantato panorama mi delude un po'. Dal parapetto opposto si intravede la tensostruttura sotto cui ci si può riprendere dalle fatiche della spa sottostante sorseggiando un bicchiere di vino biologico su poltroncine di vimini. Fare la festa in questa "sala" costa 250 euro in più e la musica va tenuta a volume basso in modo da non disturbare gli ospiti del centro benessere. Fare il ricevimento nella sala granaio comporta che alle 19 (se fai una festa che parte dal pranzo) bisogna lasciare la sala, volendo si può continuare e fare il taglio della torta nel cortile antistante al ristorante dove viene servito l'aperitivo sotto a ombrelloni, sarebbe molto bello se non fosse per il tanfo proveniente dal porcile, io non sono schizzinosa al contrario magari di una certa testimone ^^, ma la torta al profumo di letame fa passare tutta la poesia...passiamo al cibo, tutte cose buone, ma prestabilite in base alla stagione, senza possibilità di uscire dal menù e...non portate amici musulmani a mangiare lì, ci sono un po' troppi porcelli, fuori e dentro. Ci è stato negata la possibilità di portare noi le bevande, bisogna prenderle lì, scegliendo fra il prezzo forfettario di 15 euro e il prezzo a consumo che mediamente va dai 14 ai 18 euro a persona in più....il che fa sforare il nostro budget...e direi che a questo punto tanto vale dire che il buffet costa 55 euro invece che dire 39, ma andiamo avanti...ci siamo fermati a fare l'aperitivo per gustare questi cibi, ci predispongono un tavolo senza tovaglia con tre bicchieri, un piatto con su salame e pancetta arrotolata, un contenitore con la salsa verde, un piatto con una quiche una caraffa di succo d'arancia (che abbiamo preferito al vino) e una caraffa di acqua e un sacchetto con dentro panini alle noci ancora caldi (due a testa). Mi piace molto il pane alle noci e poi caldo...ottimo...immancabilmente, non avendoci fornito nè di piatti personali, nè di tovaglioli, nè di coltelli per tagliare il pane, l'operazione di mettere la salsa verde sul pane ha prodotto che parte della salsa è finito a tutti e tre sul tavolo dandogli una bella oliata. Mentre mangiavamo poi siamo anche riusciti a parlare con il direttore per quanto riguarda la sponsorizzazione solo che...non ha ascoltato una parola. Hai presente la faccia di uno studente che pensa a tutt'altro mentre la prof spiega una lezione noiosa? Uguale, il che mi fa pensare, perchè cavolo allora non ci hai detto fin dalla prima mail che non eri interessato? Non è che abbiamo tutto sto tempo da perdere per andare in giro.


Non ci ha fatto una sola domanda, non un commento, poi è andato di là e ha mandato la sua dipendente a dirci che non se ne faceva nulla. Pazienza ragazzi, tanto lo immaginavamo di già, senza contare che c'erano degli aspetti che non ci convincevano e su cui vi lascio a meditare, (Maurizio, ha la nausea e io ho un gran mal di pancia e continuano a venirmi su miasmi di salsa verde) non ultimo il delizioso aroma di porcello
                                    +

20000, un traguardo tutto vostro!


Grazie a tutti! Oggi siamo giunti a 20 mila visite sul nostro blog e siamo felicissimi di poter festeggiare con tutti quanti voi, che ci seguite e ci state sostenendo nella nostra ricerca! ^_^

Ma in particolare dobbiamo congratularci con Sandra, che vince il premio messo in palio per avere indovinato il giorno (e quasi anche l'ora! :-P) in cui siamo arrivati alle ventimila visite!







Cosa ha vinto esattamente? Un premio messo in palio da Dove Per Magia, uno dei nostri sponsor: si tratta di una consulenza telefonica gratuita con la nostra wedding planner Anna per il suo matrimonio!

Ancora una volta grazie a tutti!!! 

Ameliste da spazio alle nostre 60 creative!

Anche oggi abbiamo il piacere di accogliere un altro sito che parla di noi! Si tratta di Ameliste e siamo qui apposta per presentarvelo!

Ameliste è un'impresa nata in Francia nel e si occupa dal 2006 di liste di nozze universali online. Gli ideatori di questa novità erano stanchi di vedere i futuri sposi considerati solo come una fonte di guadagno da spremere fino all'ultima goccia (e come non essere d'accordo?).  L'obiettivo di Ameliste è stato innanzitutto quello di svecchiare il mercato delle liste di nozze, rispettando al tempo stesso le tradizioni indispensabili nel delicato contesto del matrimonio. La lista di nozze universale online permette infatti di inserire qualsiasi regalo e di approfittare di una libertà e flessibilità uniche: è la prima lista ad essere veramente al servizio degli sposi.

Ameliste ha quindi affiancato all'offerta principale della lista di nozze dei servizi ad alto valore aggiunto. Oltre ad un contenuto redazionale esclusivo, Ameliste offre infatti agli sposi la possibilità di realizzare un blog di nozze, un motore di ricerca di abiti da sposa, un geoannuario dei professionisti del matrimonio, degli strumenti per poter inviare dei messaggi online a tutti gli invitati, ecc.

Dopo essere divenuta, fin dal 2006, la referenza nella gestione del matrimonio sul web e delle liste di nozze sul mercato francese, Ameliste ha intrapreso la sua espansione in Spagna, Regno Unito, Polonia e, dal 2010, in Italia proponendosi come un interlocutore a livello europeo.

Ameliste attua inoltre un processo di innovazione continua: dopo l'introduzione nel 2009 del concetto di lista responsabile e del motore di ricerca di abiti da sposa e del geoannuario nel 2010, fra i progetti per il futuro è l'apertura di uno spazio dedicato alla nascita per realizzare l'obiettivo di accompagnare ogni coppia attraverso i momenti più importanti della vita rendendoli indimenticabili.

Se volete leggere l'articolo che ci hanno dedicato sul loro sito italiano, cliccate QUI

Solidarietà e sorprese alla fiera di Lachiarella

Questa domenica andremo a visitare la 2a edizione della Fiera Matrimoni Solidali a Lachiarella, località Cascina Coriasco, in provincia di Milano. Non saremo però dei semplici visitatori... abbiamo infatti in serbo per tutti i partecipanti una sorpresa decisamente fuori dal comune! (e quando mai ci piace fare le cose normali? ^_^)

Quindi, se potete, venite tutti quanti a trovarci alla fiera per potervi divertire insieme a noi ed ovviamente per conoscere gli espositori di un settore nuovo ma estremamente interessante, perché ci sembra una cosa straordinaria, durante il giorno più bello degli sposi, sapere di avere anche aiutato qualcun altro condividendo una parte di questa felicità! Alla fiera potrete trovare tutto ciò che può servire a realizzare i vostri sogni e magari, anche una piccola parte di quelli di altre persone.


Pubblicati sul Giornale di Carate

Ieri in edicola, nella provincia di Monza e Brianza, è uscito un articolo sul nostro Giro d'Italia in 60 Bomboniere. Il Giornale di Carate ha intervistato anche la nostra creativa di Giussano, Cinzia Meneghesso, che ci ha poi inviato questa foto del giornale, nella quale si vedono Chiara, Cinzia ed il piccolo Cristian, che salutiamo tanto!


Concorso 20000 contatti all'ora X!

Ciao a tutti! Visto che ci stiamo avvicinando all'importante traguardo delle 20000 visite con il nostro blog, vorremmo festeggiare con un piccolo concorso... diteci secondo voi a quale ora e quale giorno raggiungeremo l'obiettivo!

Non manca molto, potrebbe essere domani, dopodomani oppure persino stasera (ok non esageriamo... ^_^). Insomma, fate la vostra previsione scrivendo un commento sotto a questo posti indicando il giorno e l'ora (anche i minuti!). Chi si avvicinerà di più  avrà vinto!

Per chi vince ovviamente è previsto un premio... che vi sveleremo tra non molto! ;-p

Forza, giocate insieme a noi! Quale sarà secondo voi l'ora X?

nb
aggiungiamo una nota, le iscrizioni sono aperte fino a 1800 visite!!

Dal diario di Sara 1

Visto che l'articolo sull'addio al nubilato vi è piaciuto così tanto vi riporto tre racconti tratti dal diario della nostra sponsor Sara Manis. Sono tre resoconti diversi per tre spose molto diverse fra loro.

Dal diario di Sara
"La prima fra tutte le cose da tenere in considerazione quando si organizza una festa di addio al nubilato è assolutamente il carattere e la personalità della sposa!!! Aggiungete a questo solamente un pizzico di pepe in più, se necessario.......è inutile mettere una sposa pudica in esagerati imbarazzi o una sposa peperina in una situazione di noia mortale, o farla sentire a disagio in un posto che magari non è confacente alle sue abitudini e modo di fare....ricordatevi sempre una cosa fondamentale: la festa è la sua, non la vostra...è lei che dovete per prima far divertire e vedrete che di conseguenza anche voi passerete una delle serate più belle nelle quali abbiate mai sperato.....perchè organizzare un addio al nubilato e vedere poi che il vostro piccolo impegno è riuscito appieno è una gran soddisfazione!!
Seconda cosa sempre conforme alla futura sposa: la lista delle invitate.....per questa potete anche chiedere consiglio direttamente all'interessata......ci sono addii al nubilato numerosi e altri molto intimi....dipende tutto dal gradimento della protagonista! Per esempio io ho organizzato un addio al nubilato dove erano presenti tuuuuutte le donne della vita della sposa (compresa la mamma e le zie!!!), in un altro invece eravamo solamente 5!!
Considerate e fatte queste prime cose potete iniziare a pensare a come vorreste che fosse l'addio al nubilato della vostra amica/sorella/cugina........ e anche alla cifra che vorreste spendere per ricordini, gadget e logistica......perchè solo dopo aver deciso il tutto potrete chiedere una quota di partecipazione alle altre invitate!

Vi elenco tre addii al nubilato che ho organizzato, l'uno completamente diverso dall'altro!

PRIMO: ero la testimone della sposa: una ragazza abbastanza pudica, che però non ama le consuetudini ma le cose particolari, fuori dal conformismo! Ho pensato di organizzare la festa in un locale in affitto dove poter appendere cartelloni e allestire una specie di “palco” per un festival a cui ho dato il nome di un tipico detto sardo “primo festival del gia dasi fatta bella” (si dice agli sposi e significa letteralmente: l'hai fatta bella...l'hai combinata....!! una sorta di: volevi la bicicletta e adesso pedala! Un detto per prendere in giro il legame eterno che gli sposi hanno scelto di creare). E' lo stesso addio al nubilato in cui ho invitato mamma e zie....ma anche amiche scout di ogni età e vecchie compagne di liceo!! Ognuna di loro ha messo una quota per organizzare il “festival” mentre per quanto riguarda il mangiare ho fatto come usiamo noi scout: ognuno porta qualcosa, è divertente e si mangia davvero bene e abbondantemente perchè vien fuori un buffet con di tutto e di più!!!
Siamo tutte arrivate prima e la sposa è entrata camminando su un tappeto (di carta crespa!!!!) rosso ed è stata presentata (da me!!) al microfono tra gli applausi di tutte!! Anche il pubblico è stato presentato al microfono e tutte sono state al gioco alzandosi e salutando!!!! Come si farebbe in un festival reale!!!
Considerando che la sposa non ama certi tipi di cose che sono classiche negli addii al nubilato ho pensato che come regali per la serata sarebbero state carine delle cose divertenti, piccantine ma non troppo a cui ho ovviamente fatto la presentazione consegnandole in diversi momenti della serata tra una pappata e l'altra (aiutata dalla mia amica e da mia sorella che faceva la valletta) con tanto di microfono e sottofondo musicale! Completino intimo sexi ma anche mutandoni della nonna “per non dover usare la scusa del mal di testa”....grembiulino con la stampa di una mega tettona simpaticissimo!! due salvadanai a forma di pesce che manda baci, uno rosa e uno celeste “nei quali mettere una moneta per ogni bacio del buongiorno e buonanotte....così si inizia a raccimolare”!!

L'abbiamo agghindata con corona e scettro di quelli in plastica ridicolicissimi che usano le bambine per giocare e l'abbiamo fatta sfilare sul tappeto rosso!!! Il pezzo forte della serata è stata la condivisione dei matrimoni delle partecipanti: ognuna di loro (quelle sposate ovviamente!!) ha portato il proprio album di nozze...e avevamo anche un filmino che abbiamo proiettato....uno dei matrimoni piu comici perchè a vedere ora i due protagonisti non diresti mai che il giorno del loro matrimonio avessero pianto così taaaaaantooooooo......!!!! Abbiamo riso tantissimo nel vedere come negli anni la moda dell'abito e dell'acconciatura sia cambiata.....quelli degli anni '90 erano una cosa inguardabile e le stesse spose si chiedevano come avessero fatto a portare nei capelli cotonati quei diademi insulsi e quei vestiti con 10 strati di tulle e maniche sbuffate!!! Molte di noi si sono riviste piccine o piu giovani in quegli album!!! è stata una cosa carina e divertente! Non è mancato il karaoke....e essendo un festival anche l'oscar d'oro: fatto in cartone e con la faccia del futuro marito!!!

to be continued.....

Halloween con Vacanzefaidate





Si avvicina Halloween, vigilia di Ognissanti e in giro per l'Italia ci sono tanti eventi per tutte le età.
Eccone alcuni:


Halloween, fantasmi al castello. Visita animata al Maschio Angioino
A Napoli (Castello al Maschio Angioino) l'eveto “Fantasmi al Castello” unisce la festa di Halloween alla cultura napoletana: le guide dell’associazione organizzatrice ITINERA condurranno i partecipanti attraverso il Maschio Angioino raccontando storie legate alle leggende e miti napoletani passando per la sala dell’Armeria, la Cappella, la Sala dei Baroni e le due sale del Museo con le porte del Castello. Durante il percorso curiosi personaggi prenderanno parte al racconto come le “anime pezzentelle”, ed ancora artisti e cavalieri che ci condurranno alla scoperta dei segreti del castello simbolo della città di Napoli.
SABATO 29 OTTOBRE LA MATTINA
UN GIRO OGNI ORA 10 /11 / 12
LUNEDì 31 OTTOBRE IL POMERIGGIO
UN GIRO OGNI ORA 16 /17 / 18

L'idea è di offrire una giornata speciale alle famiglie in visita al Castello: da un lato i grandi potranno visitare con l’aiuto dei nostri esperti le ricchezze del Museo, dall’altro i piccoli saranno guidati a riscoprire attraverso il gioco la storia nascosta dietro le leggende.
Se qui cercate l’Halloween americano,fatto di zucche scheletri e streghe,non lo troverete ma di sicuro vi divertirete.

Costo €5 per i minori e €10 per gli adulti (comprensivo del biglietto di ingresso al castello).
Prenotazione obbligatoria
mail: info@itineranapoli.com
Napoli, un fantasma in ogni vicolo
L’associazione culturale INSOLITA GUIDA è ormai nota al pubblico napoletano per le simpatiche iniziative organizzate per scoprire i miti e le leggende di Napoli, e anche quest’anno come accade ormai da un po’ ci porterà alla scoperta dei fantasmi che popolano il centro storico di Napoli attraverso “Napoli: un fantasma in ogni vicolo – Halloween edition.

A guidare il gruppo sarà la luce tenue di una lanterna, che secondo la tradizione, permette di meglio cogliere i rapidi movimenti di tutte le figure misteriose che popolano il centro storico di Napoli.

Sabato 30 e domenica 31 ottobre
Durata: 2 ore circa
Per gruppi di 10 persone e più è possibile organizzare passeggiate individuali.

Costo 6€, sconti per studenti, cral e over 65
Prenotazione consigliata


Comacchio, fantasmi nel centro storico
Ferrara – Comacchio. Fantasmi che si aggirano per le strette vie del centro storico, cortei di zombie spaventosi, streghe e fattucchiere che sorvolano il cielo notturno nella notte più “terribile” e magica dell’anno.

Una grande festa in maschera, con animazione di strada in costume, addobbi nel centro storico e vetrine allestite a tema, giochi e scherzetti per tutti, distribuzione gratuita di castagne e vin brulè, spettacoli musicali, mercatino macabro e infine premiazione di Miss e Mister Halloween.

Sarà allestito lungo i canali il caratteristico mercatino dell’artigianato e del collezionismo “Collezionando sull’acqua”.
Info programma www.comacchio.it


Festa di Halloween tradizionale a Riolo terme
Ravenna – Riolo Terme, sulle colline delle Terre di Faenza, la festa di Halloween assume i contorni di una rievocazione di riti, maschere, mangiare rituale, fuochi e cultura della Romagna di un tempo molto antico.

In programma due eventi davvero caratteristici: la cena celtica all’interno della Sala San Giovanni (in programma sabato 22 ottobre) e la ventesima edizione della Notte di Halloween - Capodanno celtico Samhain (in programma il 31 ottobre).

La festa di Halloween di Riolo Terme avrà inizio nel tardo pomeriggio quando il centro storico e le vie più caratteristiche di Riolo Terme si trasformeranno in un villaggio celtico, tra giochi, balli, scene di vita quotidiana. E poi ancora balli, canti e festa.
Il programma al sito www.riolotermeproloco.it/hallow.asp


La notte delle Streghe a triora
Triora (IM). Per le vie strette del borgo di Triora, il paesino ligure delle streghe, ad Halloween si vedono molti strani costumi e qualche maschera più tradizionale, nelle piazze vengono accesi i soliti grandi fuochi propiziatori, intorno a cui tutti si lanciano in divertenti e chiassose danze di gruppo.

Meglio andarci con figli più grandicelli! Per i più piccoli, invece, vi segnaliamo la quarta edizione di Bimbo Halloween, in programma Sabato 22 e domenica 23 ottobre e organizzata come ogni anno dall’Hotel Colomba d’Oro e patrocinata dal Comune di Triora.

La manifestazione, dedicata particolarmente ai più piccoli e alle famiglie quest’anno si avvale della collaborazione artistica e organizzativa delTeatro dei Mille Colori, di Sanremo, che da anni si occupa della produzione e della realizzazione di spettacoli dedicati ai ragazzi e al teatro di strada.


A Novara maghi, fantasmi, mostri, trampolieri, mangiafuoco, streghe e fatine...
Novara (Trecate). Maghi, fantasmi, mostri, trampolieri, mangiafuoco, streghe e fatine si danno appuntamento a Trecate (No) per la “Notte Magica”, anteprima di Halloween che si terrà sabato 16 ottobre nelle vie del centro. L’iniziativa, giunta alla terza edizione, si arricchisce quest’anno di idee e di iniziative: in programma 3 spettacoli di prestigio con l’illusionista “Magicus”, a partire dalle ore 21.00 e poi laboratori ludico-didattici dove i più piccoli potranno creare trucchi, pozioni e bacchette magiche. L’iniziativa prevede anche un mercatino serale diviso in due sezioni: gli hobbisty e le bancarelle tradizionali.

Per i più piccoli ci sarà un maxi-gonfiabile nella centrale piazza Cavour. Nei locali sono previsti spettacoli musicali, karaoke e performance di danza. Da segnalare la collaborazione con il locale gruppo alpini, che allestirà un banco gastronomico in Piazza Cavour (davanti al Municipio) con piatti e specialità del territorio, come castagne, salamelle e vin brulé.

Per informazioni è possibile rivolgersi allo Sportello Turismo in via F.lli Russi n. 1 (tel. 0321/776412 il lunedì e il mercoledì dalle ore 09.00 alle ore 12.00, tel. xxxxxx negli altri giorni).


Città di Castello, Halloween in Pinacoteca
Perugia (Città di Castello). Pomeriggio speciale in Pinacoteca comunale a Città di Castello, in cui i più piccoli potranno giocare e divertirsi tra misteri ed attività di coraggio all’interno delle sale del museo.

L’iniziativa conferma la volontà di rendere il museo uno spazio vivo e fruibile da tutti, nel rispetto dei luoghi, non solo da ammirare e osservare, ma da frequentare come ambiente di crescita e di svago. Tranelli, dolcetti e…scherzetti, in un pomeriggio in cui, oltre a laboratori artistici e realizzazione di maschere e decorazioni, i partecipanti potranno immergersi in un mondo di leggende e misteri, che si concluderà con musica e merenda! Per bambini dai 7 agli 11 anni.

Costo di partecipazione: E 5,00 a bambino
Per informazioni e prenotazioni: Il Poliedro (dal martedì alla domenica);


Festa delle Streghe a Corinaldo (An)
Trascinati da un vento peccaminoso, streghe e spettri volano e sorvolano la capitale di Halloween. Girone infernale di lussuria, si accende di desiderio e si disseta di passioni.
Magico e spettrale, ludico e fantastico. Strida, compianto e lamento riecheggiano in un teatro naturale e l’amore, passionale e vero, riempie Corinaldo.
Una paese ammaliato ed infatuato torna ad essere torna anche per il 2011 a richiamare streghe, spettri, fantasmi e scheletri da ogni angolo del mondo.
L’ingresso è libero ma l’uscita non è garantita!

Corinaldo Il 28 – 29 – 30 – 31 ottobre




mostre, eventi e manifestazioni, dalla bacheca di vacanzefaidate.com

Pubblicati da Lombardia (iN) EUROPA

Vorremmo ringraziare la redazione di Lombardia (iN) EUROPA, settimanale allegato a molti giornali locali della Lombardia e del Piemonte per il bellissimo servizio pubblicato proprio ieri sul loro giornale (addirittura in prima pagina, che emozione! ^_^).             Siamo stati intervistati al telefono riguardo al nostro matrimonio sponsorizzato e alla tappa del nord-ovest del Giro d'Italia in 60 Bomboniere. Come potete vedere sono state anche pubblicate le foto delle bomboniere di Cinzia Meneghesso e di Sogno di Fata! Ricordiamo che (iN) EUROPA viene allegato ai seguenti giornali, che fanno parte dello stesso gruppo: Giornale di Lecco, Giornale di Merate, Giornale di Monza, Giornale di Carate, Giornale di Desio, Giornale di Seregno, Giornale di Vimercate, Giornale di Treviglio, iN Chiari Week, Giornale di Cantù, Giornale di Erba, Giornale di Olgiate, Giornale di Sondrio-Centro Valle, Novara Oggi, Ticino Oggi, Giornale di Arona, Giornale di Verbania, La Nuova Periferia di Chivasso, La Nuova Periferia di Settimo Torinese.

La nostra intervista al Novara Oggi

Il 21 ottobre, in occasione della nostra tappa del nord-ovest, siamo andati a visitare Novara e, dopo aver fatto un giro nel centro della città in compagnia di Ylenia Works, siamo andati a farci intervistare direttamente nella redazione del Novara Oggi. Ylenia poi è stata chiamata al telefono per essere intervistata a sua volta e il giorno successivo, quando è uscito il giornale, ci ha inviato questa immagine dell'articolo.


Vorremmo ringraziare sia Ylenia che la redazione per l'aiuto e la bellissima giornata che abbiamo passato!

Oggioni a Trani Sposi 2011


Mobilificio Torinese di Barletta esporrà un letto-contenitore Oggioni alla romantica manifestazione Trani Sposi 2011 che si terrà dal 29 Ottobre al 1 Novembre nella splendida cornice del Castello Svevo di Trani.
Nel 1259 furono celebrate in questo affascinante maniero e le nozze tra Manfredi, figlio prediletto di Federico II, e la giovane Elena Comneno.

Avranno avuto un letto cosi' bello?

La rassegna espositiva è così inserita all'interno di questa affascinante location dove molte coppie potranno immaginare e organizzare le loro future nozze. E’ una vetrina completa, un esclusivo appuntamento per i futuri sposi, che potranno vedere, indossare, toccare quanto di bello esposto.

Ci sarà tutto quello che c'è da definire una volta fissata la data: abiti da sposa e da sposo, gli accessori, il trucco, l'acconciatura, il bouquet, il fotografo, le bomboniere, le liste nozze, le partecipazioni, i corredi, i tessuti, i complementi d'arredo, e poi la scelta della location, il ristorante, il ricevimento, il catering, i confetti, la musica, l'auto da cerimonia, fino al meritato viaggio di nozze. Numerose opportunità per fare del proprio matrimonio un giorno memorabile.

Durante la rassegna sono previsti diversi momenti culturali e di spettacolo. Musica d'autore sarà diffusa in tutto il Castello, un'atmosfera romantica, magica, come quella che tutti sognano per il giorno del proprio matrimonio.

Le sfilate di moda "dal 1500 ai giorni nostri" rappresenteranno l'elemento brillante dell'evento, poiché ad indossare i capi progettati dagli stilisti pugliesi saranno modelle professioniste provenienti dall'Italia e dall'estero.

Nei cortili del Castello, sono infine previsti spettacoli di sbandieratori, tipici delle feste nobiliari che un tempo venivano organizzate anche dentro la fortezza tranese.

Un mondo di emozioni e desideri: da toccare, vedere e indossare. Tutto ai massimi livelli in una vetrina elegante e completa.

Venite a scegliere il vostro primo e indimenticabile letto-contenitore!




...e Firenze di giorno!


Anche di giorno il riflesso di Ponte Vecchio
non ha perso il suo fascino!
Questi fiori in Piazza Michelangelo sono enormi!


Santa Maria del Fiore si può
vedere anche da lontanissimo
grazie alla sua immensa cupola.
Anche il giorno successivo siamo a Firenze e vogliamo tornare in città per visitarla ancora, in una zona diversa. La decisione alla fine cade su una particolare piazza dell'Oltrarno da cui ci hanno detto che si vede il più bel panorama della città, si tratta di Piazza Michelangelo, dove ci attende un grande parcheggio assolutamente rovente pieno di auto e anche di pullman. Oltre ad una bellissima replica della statua del David ,possiamo ammirare delle bellissime aiuole fiorite, in una delle quali notiamo anche dei fiori il cui diametro è come quello di una faccia di una persona!



Vista della città da San Miniato, spettacolare!

Comunque sia ci hanno detto il vero, la vista è quanto di più spettacolare ci si possa attendere! Da qui si vede tutta la città, compreso il Ponte Vecchio, il Palazzo Vecchio e la Cattedrale di Santa Maria del Fiore con la sua gigantesca cupola! Però non vogliamo certo fermarci qui, perchè sappiamo che c'è un luogo ancora più in alto dal quale poter ammirare la città... e allora su, saliamo sul vicino Monte delle Croci per poter vedere da vicino due delle numerose chiese artistiche di Firenze.




La facciata di San Miniato al Monte

La prima è San Salvatore al monte, che però viene comunemente chiamata chiesa francescana ed era molto probabilmente intitolata ai santi Cosma e Damiano... mmmh, un po' di confusione sui nomi a quanto pare, ma la cosa particolare di questo monte è di essere stato il punto di partenza delle missioni di San Leonardo da Porto Maurizio, che ha diffuso l'usanza della Via Crucis in Italia e prima ancora la dimora di San Bernardino da Siena, che è ha invece portato alla gente la familiarità con il simbolo IHS. Proseguendo sempre verso l'alto però, incontriamo un'altra chiesa, San Miniato al Monte, con una bellissima facciata ed una straordinaria vista di Firenze che possiamo goderci dalle sue panchine all'ombra, anche perché adesso il sole comincia a farsi sentire davvero.







Questa strada coperta dagli alberi
collega l'est e l'ovest della parte sud di Firenze
Dopo essere andati in auto verso la parte ovest dell'Oltrarno attraversando una strada meravigliosamente immersa nel verde, vorremmo proseguire ancora un po', ma il caldo e la stanchezza dei giorni precedenti ci fanno procedere molto lentamente. Per questo decidiamo di andare a vedere altre parti centrali di Firenze, ma purtroppo siamo costretti a parcheggiare lontano. Quindi una volta arrivati a piedi a Palazzo Pitti, stiamo praticamente saltando da un'ombra all'altra per evitare di squagliarci, sperando di poterci fare una piccola doccia alla prossima agognata fontanella. Non c'è niente da fare... siamo riusciti a fare questo viaggio nei giorni più caldi dell'anno. Per questo riusciamo giusto a procedere fino a tornare vicino a Ponte Vecchio, prima di decidere di tornare indietro con le poche energie che ci rimanevano. C'è da dire che quasi quasi lo preferivamo di notte il ponte, poiché di giorno è sì pieno di bellissimi negozi con tutti i tipi di gioielli e di preziosi, ma è anche un carnaio nel quale è impossibile farsi strada.

Questa statua davanti a Palazzo Pitti
 era la gioia di tutti i turisti, bambini e non...
Così torniamo con molta calma indietro per andare a riposarci un po' per un pomeriggio intero, sapendo che la giornata successiva ci porterà a Tavarnelle in Val di Pesa, Pomarance ed infine a Volterra! Ma vorremmo farvi vedere un paio di cose strane trovate durante il nostro cammino di ritorno. La prima è un cartello decisamente insolito, cosa vorrà mai dire un omino nero che si porta via la barra bianca del senso vietato? Non lo sappiamo, però è di certo molto simpatico! Come simpatica è anche questa idea che non avevamo mai visto, una struttura antica che, per rendere più "esteticamente sostenibile" la propria ristrutturazione, ha fatto ospitare sulla parte più bassa dell'impalcatura che la ricopre un gran numero di cornici che in origine dovevano essere vuote e che sono state riempite con ogni genere di disegno da parte di chi ne ha avuto voglia, creando una piccola mostra all'aperto per far esprimere i Fiorentini, davvero un'ottima idea!
Cornici lasciate alle fantasia
dei passanti per abbellire i lavori
di ristrutturazione di un palazzo!
Qualcuno vuole fare surf con un segnale di senso vietato?




Firenze di notte...


Codesto poeta domina la
piazza e nulla gli sfugge!
Vi abbiamo parlato della nostra visita a Prato, nella Bottega delle Fate di Sonia Cacioppi e della nostra sistemazione all'Antico Spedale del Bigallo, ma cosa abbiamo fatto poi la sera del 11 e tutta la giornata del 12 luglio? Nonostante il caldo infernale, Dante ed ogni altro italiano degno di questo nome ci avrebbe perdonati se non fossimo andati a visitare Firenze! E dunque, per evitare almeno parte della tremenda calura, abbiamo deciso di andarci prima di tutto di notte!
Santa Croce, luogo popolato anche di notte!

Parcheggiamo lungo l'Arno, essendo entrambi di Milano ci piace molto vedere una città con un grande fiume in mezzo, visto che da noi la cosa che più gli si avvicina sono i navigli che, pur essendo belli, non possono competere con i riflessi di una città meravigliosa che si specchia nel suo fiume..

Palazzo Vecchio in tutta
la sua notturna maestosità
La prima cosa che abbiamo visto è stata la basilica di Santa Croce con la relativa piazza e ci siamo sorpresi di quanta vita ci fosse anche a quel ora! Il sagrato e la piazza erano pieni di persone, sia turisti che giovani in cerca di un po' di divertimento sotto allo sguardo torvo di Dante Alighieri che insieme alla sua aquila tiene d'occhio i dintorni per fulminare con feroci strali chiunque tentasse di rovinare i monumenti della città.

Procedendo per le strade notiamo che a Firenze non è necessario che un edificio sia un monumento vero e proprio affinché sia bello da vedere. Anche dei normalissimi palazzi, che in altre città sarebbero stati magari degli anonimi casermoni, qui sono pieni di decorazioni e statue!

Questo NON è un monumento vero proprio,
 solo un altro edificio nel centro di Firenze, wow!
Dopo pochi passi (il centro vero e proprio della città è abbastanza piccolo e si può visitare agevolmente a piedi) siamo già in Piazza della Signoria, traboccante di persone curiosissime che, come noi, guardano ammirate la quantità indescrivibile di statue presenti ed il maestoso Palazzo Vecchio, nel quale entriamo un attimo per visitarne l'atrio, anche se Chiara, come vedete, ha attirato la famelica attenzione di una fiera! Attenzione che morde!
Qualcuno sta cercando di nascondersi,
ma la guardia felina è stata inflessibile,
 non ha battuto ciglio

Una volta usciti, abbiamo passeggiato lungo la galleria degli Uffizi, sotto alla quale potreste fare degli incontri molto fortunati con gente che ha dato grande lustro alla città del giglio, come Leonardo da Vinci o Niccolò Macchiavelli e tantissimi altri che dalle loro nicchie salutano tutti i passanti e non si fanno tanti problemi anche a farsi fare una foto.

Ci ritroviamo così nuovamente sull'Arno, questa volta molto più vicini a Ponte Vecchio, sappiamo che molto probabilmente a quest'ora tutti i suoi caratteristici negozi di oreficeria saranno chiusi, ma decidiamo di andarlo a vedere comunque. Il riflesso del ponte nel fiume con tutte le luci della notte ci affascina particolarmente. Sul ponte si sente la musica suonata da artisti di strada e le botteghe sono tutte chiuse e sembrano una lunga fila di antiche cassapanche davvero carine! Dopo un piccolo gelato per rinfrescarci decidiamo poi di tornare a Bagno a Ripoli, per vedere un'altra parte della città la mattina dopo.





Ponte Vecchio si specchia sempre
 nell'Arno e anche di notte l'effetto è magico
Sotto la Galleria degli Uffizi è pieno di gente brillante,
anche se non  sono di molte parole...


Una statua del David davanti a Palazzo Vecchio,
 siamo rimasti sorpresi dal fatto che vengano
vendute un sacco di cartoline e calendari
che ritraggono le sue parti intime!
Le botteghe orafe di Ponte Vecchio
durante la notte sono chiuse,
 ma il posto è animato e più
vivibile che durante il giorno.
 Sembrano tutte degli antichi bauli del tesoro... e in effetti...

Rassegna stampa della seconda tappa

Al lavoro quando i clienti non chiamano per un'ora e poi all'improvviso chiamano tutti assieme diciamo che si sono aperte le gabbie...e in effetti di solito si tratta di clienti inferociti, ma questa volta quelli che si sono aperti sono miliardi di canali di comunicazione, solo 4 giorni per un programma serratissimo di interviste oltre agli incontri con le creative di Valle d'Aosta, Piemonte e metà Lombardia.
Cominciamo con ordine:
il 18/10 siamo comparsi su Mi Lorenteggio

il 20/10 il Direttore di ATNews ha pubblicato la nostra lettera, mentre il Quotidiano Piemontese ha pubblicato un articolo sulla nostra iniziativa con le foto delle bomboniere di Artic SwanVittorina Bordino, Ylenia Works e Roberta Selleri

il 21/10 saremo sul quotidiano cartaceo Novara Oggi insieme alla nostra creativa Ylenia Works

il 21/10 saremo intervistati da 12VdA, giornale di Aosta dove comparirà anche Ivana Ravizza, e a seguire a sorpresa (ci hanno invitato stasera) saremo ospiti nel programma radiofonico della Rai Aosta "Destination Week End" condotto da Katia Berruquier.

il 21/10 il Direttore di ATNews ha dedicato un articolo a Vittorina Bordino

il 22/10 alle 12 saremo in diretta sul reality di Jessica e Diego, prodotto da Nonsolofoto Poirino, sponsor di entrambe le coppie, si tratta del primo wedding reality realizzato in Italia. La regia preparerà delle domande per una doppia intervista con confronto e...non ci è dato di sapere altro, potrete anche interagire con noi in diretta. Chi fosse al lavoro o a scuola a quell'ora potrà vedere la registrazione

il 22/10 pomeriggio abbiamo appuntamento con il canale WI-PIE TV, una web tv del Piemonte

il 24/10 uscirà un lungo articolo su di noi su In Europa allegato a 19 giornali su due regioni (in Lombardia: Giornale di Lecco, Giornale di Merate, Giornale di Monza, Giornale di Carate, Giornale di Desio, Giornale di Seregno, Giornale di Vimercate, Giornale di Treviglio, iN Chiari Week, Giornale di Cantù, Giornale di Erba, Giornale di Olgiate, Giornale di Sondrio-Centro Valle; in Piemonte: Novara Oggi, Ticino Oggi, Giornale di Arona, Giornale di Verbania, La Nuova Periferia di Chivasso, La Nuova Periferia di Settimo Torinese)

il 25/10 il Giro d'Italia in 60 bomboniere e Cinzia Meneghesso compariranno sul Giornale di Carate


la settimana prossima il Giro d'Italia in 60 bomboniere e Cinzia Meneghesso compariranno su MB News


Oltre a tutto ciò ovviamente incontreremo anche le nostre amiche creative ^^

La Volta del vescovo

Domenica 16 siamo andati a vedere il primo dei luoghi di ristorazione che hanno accettato di incontrarci per discutere della nostra proposta di sponsorizzazione, mi direte, ma il posto non ce l'avete di gia'? Si' e' cosi' ufficialmente l'abbiamo di gia', ma Frate Indovino, che fonti popolari mi danno come attendibilissimo, dice che a Settembre piovera' e in caso di pioggia la casa e' un po' piccola per ospitarci tutti. Oltretutto i parenti piu' anziani non potrebbero venire sul lago perche' si stancherebbero troppo (senza contare la discesa ripida e ghiaiosa che non e' esattamente il massimo del comfort per delle gambe da gelatina) quindi stiamo cercando anche delle altre opzioni, possibilmente piu' vicine a Milano in modo da poter fare cerimonia e festa tutta nello stesso giorno invece che dividerla in due giornate. Ritornando a noi, siamo andati in questo posto che si chiama la Volta del Vescovo, fra Piacenza e un paese che si chiama Bettola (una vera garanzia edilizia, ma come si fa a chiamare un paese con un nome del genere? su questa stessa linea in Romagna c'e' anche Bagnarola), naturalmente abbiamo sbagliato strada, ma dopo aver girato per un quarto d'ora attorno agli stessi 100 metri siamo riusciti a rimetterci in carregiata e trovare il posto, teoricamente si accedeva con invito, che, non è neanche il caso di dirlo in prima battuta avevamo dimenticato a casa e quindi eravamo tornati a prenderlo, ma la proprietaria si ricordava di noi e quindi non ce l'ha nemmeno chiesto. Il posto è stupendo, una vecchia cascina messa a posto, uno degli edifici è sede dei Lions locali, oltre alla corte interna c'è anche un bellissimo giardino retrostante, con panchine in pietra opportunamente ombreggiate, un viale di noccioleti da dove si sentono provenire le grida dei 5 figli della proprietaria...che ogni tanto si vedono scappare fuori dalla sala del buffet nascondendo fragole e dolcetti vari, poi la nostra attenzione non può che essere attratta dal gazebo in metallo lavorato a cui si arriva mediante una passatoia fiancheggiata da lampioncini in cui di sera potrete mettere le candele per illuminare la magica camminata verso il taglio della torta, oppure dove, se la proprietaria riuscirà ad avere il permesso dal comune, potrete sposarvi. Mentre passeggiavo mi immaginavo quanto piacerebbe questo posto a Dove per magia, o che belle decorazioni floreali avrebbe potuto mettere Fagnani Fiori, o che belle inquadrature avrebbe fatto Nonsolofoto Poirino, lì proprio dove c'è il fienile con quello scorcio di cielo, oppure sotto al gazebo, ma...vedremo, non dobbiamo essere precipitosi nella scelta.
I due edifici principali, che possono ospitare sia un evento in esclusiva, sia due eventi contemporaneamente, sono dotati di veranda chiudibile in caso di pioggia o vento.
Nella sala degli archi (la più spaziosa di tutte) era stato allestito un buffet a isole, ragazzi, sarà stata la fame, sarà stata l'astinenza da pasta, formaggi, cioccolato (a causa della dieta), sarà stata (forse ;P) la bravura dei cuochi, era tutto fenomenale. La pasta e il pane vengono fatti in casa da loro (e si sente), affettati freschissimi, proprio quelli tipici della zona che sono molto buoni, tartine di qualità (mica quelle tutte gelatina che trovi all'Esselunga giusto per intenderci), poi bicchirini con dentro il tiramisù, tanti tipi diversi di torte, delle palline di cioccolato ricoperte di granella di cocco, o di pistacchio o di nocciola che erano la fine del mondo e poi il mio sogno erotico, sì proprio lei, la mitica fontana di cioccolato con ai piedi un vassoio di fragole infilzate in comodi stuzzicadenti lunghi...non ho resistito neanche il tempo di procurarmi un piatto e...ho fatto un macello, cioccolato sul libretto dei menù che ci avevano dato all'ingresso e cioccolato su mezza faccia...imbarazzante, ma ne valeva decisamente la pena!!!

Vi auguro la buonanotte lasciandovi due ricette per fare le palline di cioccolato ricoperte.
http://www.ricettedellaely.hellospace.net/Sezione%20Dolci/Palline%20al%20cioccolato.html
http://www.cucinafelice.com/ricette-dolci/palline-al-cioccolato-ricoperte-di-cocco.html

Venerdì sera

Finalmente è venerdì sera, è stata una settimana intensa, e la prossima lo sarà ancora di più. Ho chiuso temporaneamente il mio negozietto online per dedicarmi alla ricerca e alla promozione dei nostri sponsor. Settimana prossima intraprenderemo la seconda tappa del nostro Giro d'Italia in 60 bomboniere, questa volta girando metà Lombardia, la Valle d'Aosta e il Piemonte.
Domenica andrò a vedere una sfilata di abiti da sposa di Lady Anna, leader nel settore da 25 anni, sfileranno abiti da sposa dei migliori stilisti e ci saranno anche tanti operatori del settore, noi andremo insieme a Dove per Magia.
Per stasera invece mi sono proposta di visionare tutti gli addetti alla ristorazione che erano presenti alla Fiera Milano Sposi.


Non perdetevi la seconda prova di Jessica e Diego, coppia con lo sponsor che sta girando il primo wedding reality, realizzato dal nostro sponsor Nonsolofoto Poirino su https://www.facebook.com/pages/NONSOLOFOTOPOIRINO/103146332143


Il viaggio prevedeva di incontrare a Ottobre:
il 19 Sabrina ColonnaCinzia MeneghessoSogno Di Fata
il 20 Ylenia WorksFabiana Marchesi Creativando-creativando
il 21 Ivana Ravizza
il 22 Roberta SelleriArtic SwanVittorina Bordino



Ad Asti oltre a Vittorina Bordino c'era la possiblità anche di incontrare Bianco Perla, ma dopo averci meramente illuso promettendoci spiedini di dolci da assaggiare in previsione di un abbinamento alla candy cake, ha annullato l'appuntamento perchè le è sopraggiunta una commissione lavorativa. La mia dieta ringrazia sentitamente, ma il mio cuore no.
Sabrina Colonna è stata la prima a dirci di no, la vita di una mamma è sempre piena di impegni.
Fabiana Marchesi Creativando-creativando mi ha chiamato oggi per dirmi che non riusciva a prepararla in tempo perchè suo papà le ha fatto una sorpresa ed è andato a trovarla.Che facciamo? Ci mettiamo in mezzo a una famiglia che si riunisce? Assolutamente no, sarà per un'altra volta. Fortunatamente Fabiana abita vicino ai genitori di Maurizio, quindi quando andiamo a trovarla bene o male è di strada ^^
Sogno di Fata ci farà sapere domani, tutto dipende dagli orari di lavoro che le daranno, teniamo le dita incrociate.


Sono felice di annunciare che ho portato a termine tutto quanto mi ero prefissata per stasera. Domani invece dovrò cominciare a fare un po' di scatoloni da trasferire da casa del nonno dove vivo a casa di Maurizio.
Ora affronterò il freddo della notte per andare a casa a dormire. Vi auguro buonanotte