Lista di cose da fare

Curiosando in giro sui siti di matrimoni in cerca di idee sono capitata su www.matrimonio.it e ho trovato questa lista di cose da fare con le relative tempistiche. Spero vi possa essere utile

cose da fare ---------------------- tempistica ---------------fatta?
Scegliere data e luogo della cerimonia - 1 anno prima - Settembre 2012
Rogito casa se da acquistare - 1 anno prima - a posto
Informarsi sui documenti necessari - 11 mesi prima - hai sentito amore? 11 mesi prima, non il giorno prima
Visionare i possibili luoghi per il ricevimento - 11 mesi prima - mmmh il fatto che facessi la corte a quella villa da 5 anni è irrilevante vero?
Decidere se affidarsi a servizi di catering - 11 mesi prima - CERCASI SPONSOR PER BUFFET!!
Avvertire i parenti - 10 mesi prima - fatto
Fissare data e luogo della cerimonia - 9 mesi prima - ma non l'avevamo fatto già tre mesi fa?
Stabilire il budget - 9 mesi prima - tasto dolente
Definire il luogo del ricevimento (e catering) - 9 mesi prima - Lago maggiore, chi si offre?
Chiudere contratto casa se in affitto - 8 mesi prima - non ci riguarda per fortuna
Scegliere testimoni - 7 mesi prima - fatto, grazie Valentina e Giordano
Visionare atelier per abito da sposa - 7 mesi prima - o farselo prestare come la sottoscritta, Monica resisterà ai miei occhioni dolci?
Definire lista degli invitati - 7 mesi prima - già fatto
Scegliere il fotografo - 5 mesi prima - fatto
Scegliere il musicista - 5 mesi prima - 
Scegliere il fiorista - 5 mesi prima - il gentilissimo Mino ci mette a disposizione tutta la sua serra
Visionare partecipazioni e ringraziamenti - 5 mesi prima - faremo una bella mail decorata
Scegliere destinazione viaggio di nozze - 5 mesi prima - CERCASI SPONSOR
Comprare abito da sposa - 4 mesi prima - speriamo di no
Scegliere auto della sposa - 4 mesi prima - altro che auto voglio la moto ^^
Comprare segnaposti - 4 mesi prima - noi abbiamo scelto buffet senza posti fissi per sedersi
Comprare partecipazioni e ringraziamenti - 4 mesi prima - mail, mail, mail
Acquistare bomboniere e confetti - 4 mesi prima - CREATIVE, DOLCEZZE DI ZUCCHERO, GRAZIE DI CUORE PER LA SPONSORIZZAZIONE
Prima prova abito da sposa - 3 mesi prima 
Acquistare abito da sposo - 3 mesi prima 
Ordinare fedi e cuscino portafedi - 3 mesi prima - il cuscino ce lo sta facendo mia suocera (dovrò pur tenerla occupata in qualche modo^^) 
Scegliere parrucchiere ed estetista sposa - 3 mesi prima - meglio una ditta di ristrutturazioni
Completare lista invitati - 3 mesi prima
Scegliere damigelle e paggetti - 2 mesi prima - le mie sorelle si sono rifiutate quindi niente damigelle
Definire dettagli con il fotografo - 2 mesi prima - del tipo decidere l'atroce tortura nel caso facesse un brutto lavoro?
Definire dettagli con il fiorista - 2 mesi prima -
Inviare partecipazioni con inviti - 2 mesi prima - basta un clic
Raccogliere conferme invitati - 1 mese prima - delegabile alla testimone
Ritirare fedi e vestiti - 3 settimane prima
Scegliere amico per aspetti pratici- 3 settimane prima - preparati Vale
Far inviare bomboniere a casa della sposa - 2 settimane prima - se va in porto il nostro progetto Giro d'Italia per 60 bomboniere le avremo prima di due settimane ^^
Scegliere il bouquet - 2 settimane prima - divertiti amore mio
Chiudere lista degli invitati- 2 settimane prima
Organizzare addio al celibato/nubilato - 2 settimane prima - appannaggio dei testimoni e dei migliori amici tipicamente
Fare un prova con damigelle e paggetti - 1 settimana prima - cancellato
Confessarsi se si è scelto rito religioso - 1 settimana prima - cancellato
Ultima prova abiti e ritiro - 1 settimana prima 
Ritiro biglietti viaggio di nozze - 1 settimana prima 
Preparare bagagli per viaggio di nozze - 1 settimana prima 
Farsi recapitare il bouquet - 1 settimana prima - se è di plastica forse, nessuno gli ha detto che i fiori recisi muoiono? 
Puntare la sveglia! - Il giorno delle nozze - Attenzione a non fare come in "4 matrimoni e 1 funerale"
Parrucchiere ed estetista - Il giorno delle nozze
Ricordarsi le fedi - Il giorno delle nozze
Inviare bomboniere agli assenti - Dopo le nozze 

La Cartina delle nostre bomboniere!

Ciao a tutti quanti! Oggi abbiamo una piccola grande novità per tutte le gentilissime creative che hanno deciso di accogliere la nostra proposta di farci una bomboniera... le abbiamo tutte quante appese con delle puntine da disegno digitali su questa mappa, nella quale saranno segnate con la loro descirzione ed i loro link. Ovviamente non potevamo non inserire anche Dolcezze di Zucchero, che invece si è offerta di fornirci i confetti!


Visualizza Le Nostre 60 Creative! in una mappa di dimensioni maggiori

Come potete vedere le nostre bomboniere verranno praticamente da tutta Italia, in questo modo, oltre ad essere tutte quante diverse, uniche e fatte a mano con tanto amore, saranno anche a tutti gli effetti, dei piccoli pezzi del nostro Paese! Sarà bello una volta al matrimionio avere lì, riunite insieme, tante espressioni creative espressioni di ogni angolo della nostra penisola! Ancora una volta vi ringrazio molto! Ma a cosa servirà mai fare una cartina del genere, vi chiederete... Hehehe, aspettate un po' e forse avrete dei seri motivi per darci dei pazzi! ; - p

Confetti: OK

Una bellissima e gustosa notizia è arrivata in questa calda domenica, abbiamo trovato una signora fantastica che ci sponsorizza i confetti, il suo nome è Marianna, di Messina, ha 47 anni e ufficialmente fa l'Avvocato matrimonialista dopo 27 anni però si è stufata e ha deciso di cambiare lavoro, si sta organizzando con una sua cliente, Ingegnere Informatico, docente all'Università, per realizzare il sogno della sua vita: lavorare mettendo in pratica la sua più grande passione, il decoro...culinario ^^
Sono in due, stanno preparando un bel negozio on line, ed in attesa che il sito sia pronto si arrangiano con il profilo di facebook. Marianna ha la partita iva e tutto in regola, ma torniamo alla sua passione, parlare di confetti nel suo caso è riduttivo, sono piccole opere d'arte, una delizia per gli occhi e una tristezza per lo stomaco almeno nel mio caso. Io (Chiara) infatti adoro i confetti, mi piace tenerli in bocca e succhiare via lo zucchero fino ad arrivare alla mandorla o al ripieno, ma in questo caso non potrò farli. Sarebbe un vero delitto mangiarli, pensate che esagero? Allora gustatevi questa carrellata di confetti e poi vediamo se non la penserete come noi. Per una questione di spazio vi mettiamo solo alcuni esempi, ma potete vederne molti altri su Dolcezze Di Zucchero




Questi sono solo ALCUNI dei tipi di decorazione che Marianna esegue, e non solo per il matrimonio, ma anche per tutti gli altri eventi quali laurea e nascita



Alcuni esempi di packaging, o, a dirlo in italiano, di confezionamento. Le totrine sono una simpatica idea per i segnaposto, e che dire della scala di gradazioni? Sono disponibili anche nelle gradazioni del rosso, del viola, del verde e dell'arancio, senza dimenticare il bianco per i più tradizionalisti





Altro esempio di bomboniera





 Esempi di confetti decorati con Ibiscus, ideali per degli sposi estivi





Questo è il preferito di Chiara, lo trova tremendamente dolce






 Altro simpatico esempio di decorazione

Idee per il matrimonio: lancio del riso o no?

L’usanza del lancio del riso sugli sposi ha origine dalla tradizione cinese: un’antica leggenda narra che il Genio Buono, alla vista dei contadini colpiti da una grave carestia, sia stato mosso a pietà e abbia chiesto loro di irrigare i campi con l’acqua del fiume in cui egli disperse i propri denti. L’acqua trasformò i denti in semi, da cui germogliarono migliaia di piante di riso, che sfamarono l’intera popolazione. Il riso da allora divenne simbolo di abbondanza e prosperità e lanciarlo sugli sposi equivale ad augurare loro un futuro di felicità e soddisfazioni. C’è anche chi sostiene, invece, che l’usanza del lancio del riso abbia origini Romane. Si dice, infatti, che per tradizione nell’Antica Roma si lanciasse del grano sugli sposi (sempre come augurio di fertilità). Il “cambio di cereali” è avvenuto nel momento in cui il riso è diventato più reperibile del grano (avere del riso in casa è semplice…reperire del grano potrebbe essere un problema). Ma questa seconda ipotesi riguardo alla tradizione del lancio del riso sugli sposi è meno certa rispetto alla prima.

Al giorno d'oggi per quanto riguarda questo tradizionale momento ci sono diversi elementi di novità. Per esempio il riso è sempre più spesso colorato e non più bianco e semplice, e viene distribuito agli invitati, fuori dalla chiesa in appositi contenitori (coni, borsette, sacchettini portariso) acquistati, o addirittura creati a mano dalla sposa stessa. Per coloro che non amano particolarmente il riso, esso può essere rimpiazzato dal lancio di coriandoli o di petali di fiori (rigorosamente coloratissimi).

Io e Maurizio personalmente abbiamo subito scartato l'idea del lancio del riso considerandolo un inutile spreco di cibo e avevamo pensato di convertirlo in coriandoli bianchi, arancioni e azzurri (i colori guida delle nostre nozze), poi mi sono imbattuta in un interessante articolo su www.nozzefurbe.com con tante idee alternative alcune fantastiche, altre assolutamente discutibili:
- boccioli di lavanda lilla apprezzabile per il profumo che pervaderà l'aria, perfetto per un matrimonio rustico o se il lilla è uno dei colori dominanti del vostro Matrimonio;
- petali, una scelta romantica e abbastanza classica come alternativa, molto scenografica per le foto, in più i petali finti mantengono il colore, la forma, non macchiano gli abiti, non fanno scivolare se capitano sotto le scarpe e sono anche più economici dei petali veri. Nozzefurbe indica Ebay come un buon posto per acquistarli a prezzi contenuti;
- fuochi d’artificio, se non vi potete permettere lo spettacolo pirotecnico delle scene finali di "Vi presento Joe Black", una valida alternativa sono le stelline, i bastoncini che tutti noi avremo acceso almeno una volta a Capodanno, ottime per un matrimonio che si svolge al tramonto-sera;
- l’uso di coriandoli biodegradabili o idrosolubili può essere una valida alternativa ecocompatibile. Sul sito americano Ecoparti si trovano (ecofetti) di diverse sfumature di colore a partire da 11.95$
- per le coppie romantiche un'altra opzione sono le bolle di sapone, scelta per cui è impazzito Maurizio, con anche la personalizzazione delle confezioni, così gli invitati avranno anche un ricordino simpatico, oltre alla bomboniera, da portare a casa. Ho pensato sarebbe bello farle soffiare a delle piccole damigelle che precedono la sposa lungo la navata, ma non abbiamo bimbine in famiglia, chi ci presta due tatoline?
- farfalle ...quello delle farfalle vere proprio non lo capiamo, cioè sicuramente è scenografico e tutto quello che volete, saranno anche simbolo di amore e rinascita, ma metterle dentro a delle scatolette lo troviamo raccapricciante, quindi non vi mettiamo per principio il link del sito dove è possibile sceglierle per colore e prezzo come se fossero un articolo da bagno. Però possono essere sostituite con farfalle colorate di carta velina;
- io sono rimasta favorevolmente colpita invece dall'idea dei semi per uccellini o dei semi di fiori che vengono poi portati via dal vento e semineranno tanti fiori in giro ^^

Se volete seguire il Feng Shui ecco tre diverse alternative con il relativo significato:
- Riso: è simbolo di fertilità e desiderio di avere figli;
- Petali di fiori: lanciare petali di fiori è simbolico del nuovo inizio, in particolare i petali di rose simboleggiano l’Amore;
- Bolle di sapone: sono considerate un elemento di pacificazione e contengono l’acqua, che è un elemento ideale.

In alcune nazioni come Inghilterra e America, ma anche in alcune chiese il lancio del riso è stato vietato perchè fa male agli uccelli che muoiono perchè non riescono a digerirlo, ovviamente questo non vale per tutti gli uccelli, ma solo per alcuni tipi e perchè lasciato sulle scale era pericoloso per la Perpetua.

Per chi fa un matrimonio autunnale un'idea alternativa sono le foglie con i loro bei colori rossi, gialli, arancioni e brumate.

In alcuni paesi è vietato il lancio di oggetti e quindi usano delle campane per augurare felicità agli sposi.

Una coppia di Huston ha lanciato scaglie di cocco motivando così la scelta: è abbastanza asciutto da non macchiare i vestiti, non fa male agli uccelli, puoi mangiartelo anche tu e viene bene in foto.

Speriamo di avervi dato tante idee alternative, economiche e anche ecologiche per il vostro giorno più bello, in quanto a noi...ora inizia la guerra semi contro bolle di sapone, chi vincerà?

La frase del giorno: "Quando il primo bambino sorrise per la prima volta, il suo riso si spezzò in mille frantumi che si sparsero saltellando da tutte le parti… e quella fu l’origine delle fate!"
James Barrie, dal libro “Le avventure di Peter Pan”

Diario di viaggio: picnic sul fiume

Giovedì era il nostro meseversario, siamo a ben 74 mesi! ^_^ 
Per fortuna avevo il giorno libero al lavoro. Per fare qualcosa di diverso ci siamo organizzati per fare un bel picnic sul fiume. Attraverso il grande spione (google maps), - potente strumento che vi mostra se due anni fa a San Firmino avevate l'etichetta della maglietta in bella evidenza, ma non il cratere che hanno aperto in tangenziale l'altro giorno - abbiamo studiato la strada, vicino al ponte sul Po. Si vedevano varie zone sabbiose e una di esse aveva anche un porticciolo. Naturalmente non abbiamo imbroccato l'uscita giusta per accedervi e quindi siamo finiti dall'altra parte, localita' Busca, frazione Mezzanino. Un bel paesino pieno di coltivazioni, di villette e di vita formicolante (nel senso che in giro c'erano solo le formiche e nessun altro) dove abbiamo parcheggiato. Insomma un paese dove perfino la morte se la prende comoda...l'abbiamo vista passare in motoretta con la sua falce sulla spalla...inquietante.. o forse era solo uno degli agricoltori locali. ^_^
Comunque sia, prendiamo la borsa col materiale per il picnic e ci dirigiamo verso la meta: il fiume!
Per arrivare fino alla riva dobbiamo però oltrepassare un piccolo tratto di foresta nella quale c'era solo un piccolo sentiero. Oltretutto noi eravamo certi (ma quando mai!?) di essere arrivati sul Po, ma leggendo sui cartelli "Parco del Ticino" qualche dubbio iniziava ad insinuarsi nelle nostre testoline bacate...ci eravamo persi del tutto? Senza curarci della risposta ci siamo inoltrati nella selva oscura, ma invece di incontrare fiere varie abbiamo trovato una specie di capanna costruita a strapiombo sulla riva, per arrivare alla quale però sarebbe servito un volo di almeno dieci metri...ed essendo Maurizio più simile ad un pulcino che ad un albatro, decidiamo di costeggiare la riva per trovare un punto più accessibile. Qui però il sentiero lascia spazio ad una "strada" estremamente sconnessa e friabile, che sembra appena rivoltata da un mezzo simile a un trattore... La nostra brillante idea di insossare i sandali improvvisamente non ci sembra poi così grandiosa, con sassi, sabbia e terriccio che si infilano dappertutto! Ma non ci curiamo di questo e passiamo oltre, fino a che non troviamo una scaletta di ferro che porta dritta alla riva e ai suoi piedi, meraviglia, una zattera fatta di legno e barili ormeggiata proprio lì davanti! Con quella potremmo raggiungere l'isolotto deserto che si trova giusto a pochi metri dalla sponda e che promette un posticino tranquillo, appartato e rilassante dove poterci stendere.
Ai posti di combattimento capitan findus, mollate gli ormeggi!
















Ma io non mi fido molto dell'imbacazione, sembra un po' pericolosa...pericolante, insomma decido che sarebbe meglio proseguire per trovare una strada più facile...non l'avessi mai fatto! Andando avanti il sentiero diventa sempre più impraticabile, i nostri piedi affondano nella terra ed ogni passo diventa un fatica.. dopo qualche minuto ci rendiamo conto che non ci sono altre strade per scendere verso riva, quindi, con gran disapprovazione da parte delle nostre gambe, torniamo indetro e decidiamo di tentare la sorte con la zattera! Lì vicino alla scaletta troviamo un grosso tronco con delle corde attaccate, probabilmente è messo lì apposta per potersi spingere una volta in acqua...ma è davvero pesante, una pianta intera!
Lo portiamo di sotto e Maurizio sembra tanto entusiasta di poter provare a usare la zattera, così prova a salirci sopra e a mollare gli ormeggi! Ma andare dalla parte opposta è più difficile del previsto, la zattera sembra volersi dirigere da sola, l'equilibrio è precario e mentre Maurizio non mi vede gli scatto delle foto dalla scaletta. Sembra in difficoltà, ma sono sicura che non se la prenderà se intanto immortalo la scena di lui che tenta maldestramente di emulare le gesta del Capitan Findus. Insomma, dopo almeno un quarto d'ora, diventato più chiaro il funzionamento, finalmente riesce ad arrivare dall'altra parte con i viveri. Declamando con tono solenne "questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande passo per l'umanità".....SPLASH! Mette sì il primo piede sulla riva dell'isolotto, ma questa non è solida come sembra, è fatta di fango melmoso e molle che cattura immediatamente i suoi piedi. Nel giro di qualche secondo si rende conto di essere scivolato fino quasi alle ginocchia e senza badare più a non sporcarsi (perchè ormai la frittata è fatta! ^_^) si mette in salvo in un punto più solido dell'isolotto. A questo punto tiro verso di me la zattera con la corda, e senza particolari difficoltà, lo raggiungo in pochi minuti, lasciandolo abbastanza incredulo, certo anch'io cado nel fango, ma in modo meno rovinoso, essendo già preparata. Fissiamo alla riva la zattera in modo che la corrente non ce la porti via. Accusandomi di avere barato in qualche oscura maniera, mi segue mentre mi avvio verso l'entroterra di quella che è ora la nostra isola. Un piccolo paradiso solo per noi! Certo la spiaggia sul fiume è bella, ci laviamo via il grosso del fango, ma il caldo inizia a farsi sentire. 
la valle della morte
Decidiamo di infrattarci in un posto più all'interno, dove, oltrepassata una striscia di terra tanto crepata e secca da sembrare la valle della morte, ci attendono delle fresche piantine che offrono la giusta quantità di ombra e un posticino un po' più fresco. Stendiamo il nostro fidato telo rosso e siamo pronti per il picnic! Il cielo è azzurrissimo, l'aria è frizzante e piena di salsedine (ma non dovrebbe esserci solo al mare?), ma il terreno anche qui è crepato eppure malleabile come plastilina, il terriccio più strano che abbia mai visto. Sarebbe di certo divertentissimo da lavorare, penso, quindi ne prendo un po' per giocarci, ma anche se non ha niente da invidiare alle paste sintetiche, non è il massimo per starci seduti o sdraiati. Mangiamo felici la nostra insalata di riso e, nel farlo, imprimiamo praticamente le forme delle nostre gambe e dei gomiti sul terreno, formando buchi e avvallamenti. Il sole però non intende darci tregua, così ci spostiamo di nuovo, ma solo di qualche metro, seguendo l'ombra. Qui finalmente troviamo lo spazio giusto per stenderci e stare un po' accoccolati insieme, sopra di noi stormi di uccellini cantano e volano felici, attorno a noi una grande quantità di insetti si affaccenda, e le piante mosse dal vento e illuminate dalla luce, danzano su noi come se volessero carezzarci. E' proprio un attimo impagabile! Dopo un po' però sentiamo delle voci e non riusciamo a capire da dove arrivino! Sono sull'isolotto con noi? come han fatto ad arrivare? forse sono sulla capanna che avevamo visto prima a riva? Ce l'avranno con noi perché abbiamo usato la zattera? Controllo che nessuno ce l'abbia portata via, ma da dove siamo ora è difficile dirlo...se non ci fosse più come faremmo a tornare? Dubbio terribile! ^_^
Nessun nemico all'orizzonte!
Alla fine le persone che avevamo sentito erano davvero alla capanna e la zattera era al suo posto, per fortuna! Prima di andar via ci divertiamo un po' con l'acqua e facendo fotografie. Io mi sento sempre più una vera piratessa con la mia bandana e scruto l'orizzonte per assicurarmi che non ci siano nemici in vista! Il ritorno è stato decisamente più facile, certo eravamo stanchi, bagnati, con i piedi ancora pieni di terra, ma eravamo felici, e questa è l'unica cosa che conta! ^_^



La frase del giorno - Mi sento come un campo seminato nel cuore dell'inverno, e so che primavera sta arrivando. 
I miei ruscelli prenderanno a scorrere e la piccola vita che dorme in me salirà in superficie al primo richiamo. -

Lettera di Kahlil Gibran a Mary Haskell , New York, 1 marzo 1916

Location OK

Il nostro primo sentitissimo grazie va a una persona molto speciale, un carissimo amico del liceo, Mino, che ci offre disinteressatamente la sua villa sul Lago Maggiore per ospitare le nostre nozze, e non finisce qui, ci mette a disposizione anche i fiori della sua serra. Faccio la corte a quella villa da tre anni, sono così felice che mi abbia detto di sì.
Un enorme grazie anche alla sua famiglia che ci ha dato la sua benedizione nonostante quella che stiamo organizzando (matrimonio con lo sponsor, cerimonia all'aria aperta ecc..) sia la cosa più strana e pazza che si sia mai fatta da loro in decenni di generazioni.

Non finiremo mai di ringraziarvi abbastanza!!!

Un aneddoto buffo, Mino ha detto che assolutamente non lo devo invitare alle nozze perchè lui è un giovincello, può andare ai matrimoni dei fratelli maggiori dei suoi amici, ma non è concepibile che vada a quello di una sua amica perchè lo farebbe sentire vecchio. Dice che passerà di lì per caso da casa sua ;P

Sei il solito matto Mino ma ti voglio un mondo di bene....ok, ok, basta con le frasi strappa lacrime e passiamo alle cose serie: dov'è l'alcool?

Sponsor, ma chi ve lo fa fare?


Domanda più che legittima!! 
Dunque, innazitutto perchè vi costeremmo meno di un'agenzia pubblicitaria, avreste una pubblicità mirata al vostro target di clienti e sareste pubblicizzati su vari canali.
Abbiamo intenzione di fare tutto il possibile per ripagare la fiducia e il buon cuore dei nostri sponsor con interviste a radio, riviste, tv; pubblicazioni sul nostro blog, su facebook...poi fra donne lo sanno tutte che l'arma più potente è il pettegol...ehm...il passaparola.
La mia pagina di facebook altro luogo dove vi verrà fatta pubblicità ha più di 2,700 fan. Contatti veri, non un contapersone che va avanti ogni volta che accedi alla pagina, e quasi tutti sono di sesso femminile = future spose vogliose di vedere realizzati i loro sogni oppure donne già sposate con parenti e amici prossimi al matrimonio.
Fra i nostri parenti e amici (della nostra generazione ovviamente) saremo i primi a sposarci quindi ci seguiranno moltre altre coppie (molto più tradizionaliste di noi ;P).
Dal punto di vista etico e morale aiutando due giovani a mettere su famiglia (ricordatevi che negli ultimi anni ci sono stati 30mila matrimoni in meno e l'età di convolo si è alzata a sopra i 30) promuovereste un'immagine positiva e che guarda al futuro della vostra azienda.


e in ultima analisi come potete resistere a questi occhioni?

Benvenuti!

Signori e signore, ladies and gentlemen, benvenuti nel nostro blog, diario di questa avventura che vogliamo intraprendere!


Innanzitutto ci presentiamo, siamo Chiara e Maurizio, entrambi di Milano. Siamo fidanzati da sei anni e l'anno prossimo vorremmo convolare a nozze. Perchè? Dunque la versione ufficiale è che non c'è niente di più bello al mondo per suggellare il proprio amore, quella ufficiosa è che Maurizio è un tale impiastro che non voglio che qualche altra ragazza abbia la disgrazia di doverselo subire ;P


Con questi ottimi propositi, come dicevo, vorremmo sposarci nel 2012, ma col mio stipendio da operatrice di call center interinale e con Maurizio in cerca di lavoro sorge un piccolo problema economico; 
anche non volendo avvicinarci a nozze in stile William e Kate vorremmo comunque avere una splendida giornata di pura felicità da condividere con amici e parenti, come fare? Tempo fa lessi un articolo che cercava sponsor per il proprio matrimonio, l'idea era buona anche se di difficile realizzazione, ma abbiamo deciso di imitarli (con grande orrore dei tradizionalisti). Eccoci quindi qui: sponsor non lasciateci scappare!!!